I genitori si separano e litigano sulla scuola della figlia. Il tribunale decide: “Deve essere pubblica e laica”

WhatsApp
Telegram

La decisione sulla scuola in cui iscrivere la figlia è stata affidata al giudice del tribunale di Roma, poiché i genitori non raggiungevano un accordo.

Il giudice ha deciso che la scelta scolastica per la minore dovrà essere una scuola pubblica, poiché è gratuita e laica, e non una scuola privata come chiedeva il padre.

La madre aveva chiesto l’iscrizione della figlia a una scuola pubblica anche senza il consenso del padre, ma se non avesse avuto la meglio, avrebbe chiesto che le rette della scuola privata fossero a carico esclusivo del padre.

Il tribunale ha deciso che la decisione sulla scuola non dovrà influire sugli stadi futuri dell’istruzione della minore e che la scelta ricadrà sul sistema di istruzione pubblico.

WhatsApp
Telegram

Nuovi ambienti di apprendimento immersivi per le didattiche innovative proposti da MNEMOSINE – Ente riconosciuto dal Ministero Istruzione