I docenti ingabbiati scrivono al ministro Valditara: “Siamo stati abbandonati, chi più di noi ha competenze ed è abilitato all’insegnamento?”

WhatsApp
Telegram

In vista dell’incontro con le forze sindacali in programma il 3 novembre, i docenti ingabbiati scrivono al ministro dell’Istruzione, Giuseppe Valditara, per segnalare la loro situazione.

Si tratta di migliaia di docenti da tantissimi anni ingabbiati nella scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo o di secondo grado. Oltre a possedere un’abilitazione da concorso e anno di prova superato, ciascuno di loro possiede anche una laurea specifica per poter insegnare nella scuola secondaria, su una ulteriore o più materie.

“Da anni attendiamo un percorso di formazione che ci permetta di abilitarci nella scuola secondaria di primo e secondo grado, per poter usufruire dei passaggi di grado/ruolo come avveniva in passato“, si legge in una lettera-appello.

E ancora: “Lei saprà certamente quanto sia difficile rincorrere le richieste e le innumerevoli modifiche del sistema di reclutamento (anche con errori marchiani, come nell’ultimo concorso ordinario a quiz pieno di errori), quasi fosse un sistema vessatorio e di accanimento contro il corpo docente”.

Poi aggiungono: “Le chiediamo a gran voce di permettere a tutti noi di poter realizzare il tanto desiderato passaggio di ruolo con l’attuazione dei decreti previsti dalla legge 79/2022, affinché possiamo mettere a frutto i nostri studi universitari e conseguire l’abilitazione nella secondaria, senza selezione all’ingresso. Concludiamo dicendo che, dopo tantissimi anni nel mondo meraviglioso della scuola, siamo qui a domandarle: chi più di noi ha competenze ed è abilitato all’insegnamento? Chi più di noi conosce il mondo della scuola? Ma, soprattutto, chi più di noi è in grado relazionarsi con i discenti, le famiglie e gli altri attori del sistema scolastico, grazie ad un bagaglio di anni di esperienza senza sul campo e di corsi di formazione obbligatoria e non, così come recita la Legge 107/2015?”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur