I docenti in esubero rischiano il licenziamento: gli ITP si coordinano su Facebook

di Lalla
ipsef

Liborio Butera – Da più parti si fa notare al ministro della Pubblica Istruzione Prufumo, il rischio che corrono 10 mila docenti in esubero, per effetto dei tagli agli organici operati dal precedente governo e mascherati sotto la “dicitura” riforma che riforma non è! Oggi il Fatto Quotidiano riporta un articolo di Pippo Frisone che denuncia appunto il rischio, per questi docenti di restare addirittura senza stipendio.

Liborio Butera – Da più parti si fa notare al ministro della Pubblica Istruzione Prufumo, il rischio che corrono 10 mila docenti in esubero, per effetto dei tagli agli organici operati dal precedente governo e mascherati sotto la “dicitura” riforma che riforma non è! Oggi il Fatto Quotidiano riporta un articolo di Pippo Frisone che denuncia appunto il rischio, per questi docenti di restare addirittura senza stipendio.

Gli esuberi – leggiamo – sono così distribuiti: “1.200 sono della scuola media mentre quasi duemila sono i maestri in più della primaria, collocati per lo più nelle regioni meridionali, con in testa Napoli e la Campania”. “Il grosso di questi esuberi – continua il Fatto Quotidiano – si colloca nella secondaria di secondo grado con quasi 7mila unità, di cui quasi tremila sono insegnanti tecnico-pratici senza laboratorio”. Senza laboratorio perchè la riforma miope ha tagliato soprattutto tali attività.

Proprio i docenti di laboratorio si stanno coordinando su Facebook da tempo infatti è attivo il gruppo che conta già quasi 1600 iscritti chiamato Io Sto con gli ITP
Tale gruppo ha già prodotto un documento sottoscritto da 9 mila ITP che rivendica il mantenimento per la categoria dello stato giuridico, corsi abilitanti per i precari, mantenimento della compresenza e l’estenzione anche nei licei* ecc.

Qui il documento completo

Gli ITP che ancora non lo avessero fatto sono invitati ad iscriversi al gruppo Io Sto con gli ITP

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione