I dipendenti pubblici potranno iscriversi a corsi di laurea e master a condizioni agevolate. Si parte con la Sapienza di Roma

Stampa

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, e la Rettrice della Sapienza Università di Roma, Antonella Polimeni, hanno firmato oggi a Palazzo Vidoni un Protocollo d’intesa per definire un piano strategico unico formativo finalizzato al rafforzamento delle conoscenze e delle competenze del personale pubblico.

L’intesa con l’ateneo romano ha validità triennale e rappresenta la prima attuazione del Protocollo Funzione Pubblica-Mur per il rafforzamento delle competenze dei dipendenti Pa, siglato il 7 ottobre scorso dai Ministri Brunetta e Maria Cristina Messa.

Il prossimo passo sarà la costituzione di una cabina di regia costituita da 8 membri provenienti dal Dipartimento della Funzione pubblica, dalla Sapienza, ma anche dalla Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) e da Formez PA, per applicare il Protocollo e monitorare le attività previste.

Il testo contiene un primo elenco di opportunità di studio – corsi di laurea e master di II livello – che potranno essere fruiti già da quest’anno accademico a condizioni agevolate dal personale pubblico interessato, anche in modalità remota, così da raggiungere tutte le amministrazioni pubbliche italiane.

L’offerta formativa è stata pensata per rispondere all’obiettivo specificato nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Componente 1-Missione 1) di elaborare interventi per migliorare l’efficienza e l’efficacia dei processi tramite il rafforzamento delle competenze del capitale umano nelle amministrazioni, a partire dai temi più attuali come la programmazione organizzativa e la sicurezza sul lavoro.

“La firma di questo Protocollo, a pochi giorni dall’accordo sottoscritto con la Ministra Messa, mi rende particolarmente orgoglioso”, sottolinea il Ministro Brunetta.

“La Sapienza, con i suoi oltre sette secoli di storia e gli attuali 115mila iscritti, è la più grande Università d’Europa e da oggi diventa un partner formativo d’eccellenza per tutti i lavoratori della Pa. Ringrazio la Rettrice Polimeni per aver raccolto prontamente la mia proposta di collaborazione, che presto auspico si estenderà ad altri atenei e poli formativi in tutta Italia e che si inserisce nell’impegno del Dipartimento della Funzione pubblica, in sinergia con la Scuola Nazionale dell’Amministrazione e Formez PA, di attuare un piano unico di formazione delle pubbliche amministrazioni. Un piano che, nel solco del Pnrr, coinvolga tutti i centri di Alta Formazione, pubblici e privati, nazionali e internazionali, per garantire che l’acquisizione di competenze professionali e culturali per i dipendenti pubblici duri tutta la vita. Più formazione significherà più possibilità di carriera, migliori stipendi, migliori servizi a cittadini e imprese”.

“Oggi è una bellissima giornata – dichiara la Rettrice Polimeni – Con la firma del Protocollo d’intesa ci focalizziamo su due obiettivi importanti. Da un lato, andiamo ad accrescere il livello delle competenze nella Pubblica amministrazione con una formazione continuativa nell’ottica del longlife learning, dall’altro lato creiamo le condizioni perché i dipendenti pubblici possano migliorare la loro formazione in un percorso di studi universitari favorendo, altresì, l’aumento del numero di laureati in Italia. Sapienza è orgogliosa di mettere a disposizione la sua ampia offerta formativa”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur