I CPIA e la Aule Agorà per attività online: cosa sono. Modello di richiesta di autorizzazione all’USR

WhatsApp
Telegram

Il Ministero dell’Istruzione, Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione, con la nota numero 23747 del 15 settembre 2022 fornisce alcune indicazioni operative rivolte a assicurare il regolare funzionamento dei Centri Provinciali per gli Adulti (CPIA) per l’anno scolastico corrente 2022/223.

Nello specifico si sofferma sulle “Aule Agorà” ricordando, a tal riguardo, che le Aule Agorà di cui al punto 5.3 delle “Linee guida” adottate con D.I. 12 marzo 2015 dispongono che “a fronte di documentate necessità – la fruizione a distanza può prevedere lo svolgimento di attività sincrone (conferenza online video) fra docente presente nelle sedi (associate e/o operative) dei CPIA e gruppi di livello presenti nelle aule a distanza, denominate AGORA’. Al riguardo, si richiamano le disposizioni di cui alla citata nota prot. n. 7755/19, che rimette al prudente apprezzamento degli UU.SS.RR. l’opportunità di attivare un numero contenuto e comunque di norma non superiore ad una sola Aula Agorà per ciascun CPIA previo, comunque, opportune verifiche da parte degli UU.SS.RR. medesimi ai fini dell’autorizzazione all’effettiva attivazione”.

AGORA (Ambiente interattivo per la Gestione dell’Offerta formativa Rivolta agli Adulti)

Che cosa è il progetto AGORA? AGORA è un acronimo che sta per “Ambiente interattivo per la Gestione dell’Offerta formativa Rivolta agli Adulti”. Si tratta di un Progetto che prevede corsi da svolgersi in modalità prevalentemente online.

Quali corsi possono essere attivati in un’Aula Agorà?

Possono attivarsi – come si legge nella nota informativa del CPIA 1 Pisa – tutti i corsi previsti in presenza presso il CPIA:

  • alfabetizzazione della lingua italiana per cittadini stranieri (I percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana sono finalizzati al conseguimento del titolo attestante il raggiungimento del livello di conoscenza della lingua italiana di livello A2 del Quadro Comune Europeo di riferimento per le lingue elaborato dal Consiglio d’Europa. Il certificato di conoscenza della lingua italiana di livello A2 è utile al rilascio del permesso per soggiornanti di lungo periodo (DM 4/06/2010 art.2 c.1).)
  • conseguimento del diploma conclusivo del percorso di scuola secondaria di primo grado (Il CPIA offre percorsi di istruzione di primo livello – primo periodo didattico, finalizzati al conseguimento del titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione (ex “Licenza media“). I percorsi di primo livello – primo periodo didattico hanno un orario complessivo di 400 ore. In assenza della certificazione conclusiva della scuola primaria o di scarsa conoscenza della lingua italiana. L’orario complessivo viene incrementato fino ad un massimo di ulteriori 200 ore, in relazione ai saperi e alle competenze possedute dallo studente);
  • acquisire le competenze connesse all’obbligo di istruzione (I percorsi di primo livello- secondo periodo didattico sono finalizzati al conseguimento della certificazione attestante l’acquisizione delle competenze di base connesse all’obbligo di istruzione di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 22 agosto 2007, n. 139, relative alle attività e insegnamenti generali comuni a tutti gli indirizzi degli istituti professionali e degli istituti tecnici. Rientrano quindi in quest’area tutte le attività finalizzate a incrementare le competenze di base connesse all’alfabetizzazione funzionale. Alla fine del percorso è rilasciata apposita certificazione delle competenze acquisite).

Chi può frequentare questi corsi AGORA’ attivati, dopo specifica autorizzazione, dai CPIA?

Il progetto “Ambiente interattivo per la Gestione dell’Offerta formativa Rivolta agli Adulti” è rivolto agli adulti e giovani adulti che abbiano compiuto i sedici anni di età, cittadini comunitari ed extracomunitari, residenti nel territorio di competenza del CPIA, secondo quanto disposto dalla normativa attualmente in vigore, che per motivi di residenza, orario di lavoro, scarsità di mezzi di trasporto, E SIMILI ALTRE SITUAZIONI, sono impossibilitati a frequentare le lezioni in presenza.

La Richiesta autorizzazione Aula AGORA’ CPIA 1 PISA

La Richiesta autorizzazione Aula AGORA’ CPIA 1 PISA di Pontedera (PI) rappresenta certamente un eccellente esempio di ottima pratica educativa-didattica dalla quale prendere esempio. Si legge nella premessa al progetto “La fruizione a distanza rappresenta una delle principali innovazioni dei nuovi assetti organizzativi e didattici delineati dal Regolamento recante norme generali per la ridefinizione dell’assetto organizzativo didattico dei Centri Provinciali per l’Istruzione degli Adulti (DPR 263/2012). La fruizione a distanza favorisce la personalizzazione del percorso di istruzione, sia nella possibilità di accedere a materiali didattici diversificati, sia nella misura in cui va incontro a particolari necessità dell’utenza impossibilitata a raggiungere la sede di svolgimento delle attività didattiche in presenza per motivazioni geografiche e temporali. La fruizione a distanza contribuisce inoltre allo sviluppo della competenza digitale riconosciuta tra le otto competenze chiave per l’apprendimento permanente indicate nella Raccomandazione del Parlamento e del Consiglio europeo del 18 dicembre 2006. Lo sviluppo di competenze nell’uso delle nuove tecnologie per l’informazione e la comunicazione si rivela utile per contrastare, tra l’altro, quel divario digitale che può essere causa di disagio e impedire una reale inclusione sociale e l’esercizio della cittadinanza. Il Progetto AGORA’, nella diversificazione flessibile delle forme di attuazione previste dal Regolamento (DPR 263/2012), si svolge secondo specifiche tecniche e tecnologiche che ne garantiscono l’efficacia e l’efficienza formativa”.

Richiesta-autorizzazione-aula-AGORA-CPIA

WhatsApp
Telegram

AggiornamentoGraduatorie.it: GPS I e II fascia, calcola il tuo punteggio