I bambini apprendono meglio se bevono più acqua a colazione

WhatsApp
Telegram

 Giulia Boffa – Uno studio denominato ”Italian Children Go to School with a Hydration Deficit” condotto dal Gerard Friedlander, della Paris Descartes University Medical School, in collaborazione con il. Baroukh Maurice Assael, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, e promosso dal Gruppo Sanpellegrino, ha scoperto che quasi due terzi dei bambini italiani non beve abbastanza prima di andare a scuola, giungendovi così disidratati.

 Giulia Boffa – Uno studio denominato ”Italian Children Go to School with a Hydration Deficit” condotto dal Gerard Friedlander, della Paris Descartes University Medical School, in collaborazione con il. Baroukh Maurice Assael, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, e promosso dal Gruppo Sanpellegrino, ha scoperto che quasi due terzi dei bambini italiani non beve abbastanza prima di andare a scuola, giungendovi così disidratati.

La disidratazione può influire sull’apprendimento e sulla salute generale dei bambini in età scolare tra i 9 e gli 11 anni.

La ricerca si basa sulle analisi delle urine, 30 minuti dopo la colazione, di 515 bambini di 12 scuole di Verona e dintorni. Si è arrivati a scoprire che i due terzi dei bambini ha un’elevata osmolarità urinaria, più nei maschi che nelle femmine, il cui valore si aggira su una media di 875 mOsml/kg, indice di disidratazione.

I risultati italiani sono stati confrontati con quelli francesi e americani e i risultati sono stati simili. 

Per combattere la disidratazione è sufficiente bere più acqua, 1,6 litri al giorno per i bambini dai 4 agli 8 anni, 1,9 litri al giorno per le ragazze dai 9 ai 13 anni e 2,1 litri al giorno per i ragazzi nella stessa fascia di età. Il quantitativo consigliato aumenta notevolmente se si svolge attività fisica o quando fa molto caldo.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia