I 4 strumenti fondamentali per una scuola digitale. Corsi online

di redazione

item-thumbnail

PubbliRedazionale – Si sente spesso parlare dell’introduzione del Piano Nazionale Scuola Digitale ma cos’è esattamente?

Il Piano Nazionale “è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale”. Non intende introdurre nuove tecnologie nelle scuole ma far investire le scuole in nuove metodologie di apprendimento facendole diventare delle scuole digitali.

Non è solo un cambiamento didattico ma culturale.
La scuola digitale è un nuovo modo di imparare ed insegnare che si adatta al contesto mutevole legato ai nuovi sistemi di acquisizione delle informazioni e delle tecnologie di comunicazione.
Un apprendimento e un insegnamento dinamico, proprio come il mondo in cui noi e i nostri ragazzi ci ritroviamo quotidianamente.

La scuola digitale è una scuola per formare consumatori critici e consapevoli per competenze non solo digitali.
La didattica diventa un processo formativo che dà agli studenti la capacità di elaborare e fornire contenuti analizzando criticamente il sistema comunicativo digitale per unire le conoscenze all’informazione.

Il piano nazionale per la scuola digitale si propone come il precursore di un’alfabetizzazione che va oltre all’uso consapevole di Internet o delle ICT e si trasforma in una vera e propria scuola delle competenze.

Quali sono gli strumenti fondamentali per introdurre questa innovazione?

Non bisogna acquisire nuove conoscenze per nuove tecnologie ma sapere come utilizzare al meglio gli strumenti che già abbiamo per ridurre lo sforzo e massimizzare il successo didattico.

Ecco 4 strumenti già presenti nelle nostre aule e che possono diventare il segreto per una didattica delle competenze digitali.

1 – La LIM
Usa la LIM per lezioni interattive, rendi attivo l’apprendimento a lezione e coinvolgi la classe.
Le potenzialità della Lavagna Interattiva Multimediale non si limitano all’esposizione e alle sue proprietà visive. Con le giuste conoscenze anche il processo di insegnamento-apprendimento degli argomenti più difficili è facilitato e semplificato.
Sfrutta a pieno le multicanalità attivate a livello di coinvolgimento educativo.

Molti corsi online sulla LIM propongono materiale per conoscere le risorse digitali e le strategie per la creazione di lezioni interattive oltre ad offrire validi consigli per integrare la LIM per la didattica inclusiva.

> Segui un Corso sulla LIM
leggi l’articolo : Le attività da svolgere con la lavagna interattiva per favori l’inclusione

2 – Il Tablet
Il Tablet è dopo il computer lo strumento tecnologico didattico più comune sia tra i banchi di scuola che tra le nostre case. L’utilizzo quotidiano sia da parte degli studenti che dei docenti può aiutare ad integrare e sviluppare l’utilizzo di tecnologie per l’apprendimento sin da piccoli. Un punto di partenza per un uso consapevole e sicuro delle tecnologie.
Per un utilizzo attivo ed ottimale di tale tecnologia sono presenti numerose app per la didattica con il Tablet e corsi per la progettazione e realizzazione di unità di apprendimento.

>Segui un Corso sull’uso del Tablet

3 – Il Registro Elettronico
Come può aiutare l’apprendimento uno strumento amministrativo e gestionale obbligatorio nelle nostre classi?
Ebbene se usato con sapienza, questo strumento oltre a facilitare la gestione della classe può far risparmiare molto tempo al docente stesso. Ogni sistema offre opzioni diverse ma pur sempre simili e saper gestire con pochi click sia gli impegni organizzativi che didattici aiuterà anche a responsabilizzare gli alunni nella gestione delle informazioni e del lavoro scolastico. Abituando così le nuove generazioni alle nuove modalità di gestione degli impegni e del lavoro nel mondo delle start up e delle imprese smart.

> Ti consigliamo il corso Registro Elettronico e Software per la didattica
leggi l’articolo : Registro elettronico i principali software da utilizzare

E ora passiamo al vero strumento insostituibile. Il vero pilastro dell’istituzione scolastica, tassello fondamentale per creare una scuola digitale:

4 – L’Insegnante
È lo strumento di cui la scuola deve avere più cura.
L’insegnante è l’ambasciatore di questa svolta culturale. Deve rimanere sempre aggiornato per mantenere una didattica efficace. L’insegnamento deve rispondere alle reali esigenze del contesto in cui si svolge la didattica e non solo attraverso strutture teoriche standardizzate.

L’insegnante deve sapere come diffondere le competenze oltre che alle conoscenze. Deve diffondere competenze di cittadinanza, competenze informatiche, oltre a competenze professionali. Per questo ora diventa ancora più importante essere informati, poiché l’insegnante deve essere portatore di un valore che sarà poi diffuso.

Per rimanere aggiornati e attivi ogni docente ha a propria disposizione una Carta del Docente, utilizzabile per corsi di aggiornamento o strumenti didattici.
Ecco un elenco dei corsi pagabili con il bonus docenti per la scuola digitale:

>La didattica per competenze nella scuola digitale
>Flipped classroom
>Progettazione di attività nel PNSD

“Mi piace un insegnante che ti dà qualcosa da pensare da portare a casa oltre ai consueti compiti”
Lily Tomlin

Versione stampabile
Argomenti: