Ho presentato domanda di mobilità, come mi accerto che l’invio è andato a buon fine?

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

I termini per la presentazione della domanda di mobilità per il prossimo anno scolastico 2018/19 sono ormai scaduti e molti docenti esternano alla nostra redazione la loro preoccupazione relativa all’invio della domanda.

 

Le domanda più frequenti sono le seguenti:

1- Avrò inviato la domanda regolarmente?

2- Dove posso verificare che la domanda risulta inviata?

Per tranquillizzare questi docenti, che sono numerosi, e per consentire loro di effettuare la verifica della quale hanno bisogno per eliminare qualsiasi dubbio, forniamo indicazioni precise in merito.

Mail di notifica dell’invio della domanda

Il docente che ha inviato la domanda di trasferimento, di passaggio di cattedra, di passaggio di ruolo, riceverà notifica dell’invio mediante mail all’indirizzo istituzionale “istruzione.it” o all’indirizzo di posta elettronica fornita nella fase di registrazione al portale del MIUR Istanze online.

La mail in questione, inviata da “[email protected], ha come oggetto “Procedura di mobilità A.S. 2018/19 . Notifica invio domanda di Trasferimento/Passaggio…..” e informa il docente del regolare invio della domanda di mobilità mediante la seguente comunicazione:

“ [……]con la presente La informiamo che la domanda di Trasferimento per la scuola ………. relativa all’Anno scolastico 2018/19 da Lei presentata tramite i servizi del portale “Presentazione istanze on-line”, a disposizione sul sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università’ e della Ricerca www.miur.gov.it, e’ stata inviata all’Ufficio Scolastico Provinciale di competenza.

Nella sezione “Archivio”, presente sulla home page del portale, e’ stata inserita la domanda che Lei può visualizzare e stampare in qualsiasi momento.

A garanzia del corretto completamento dell’operazione, La invitiamo a verificare che nell’elenco delle domande presentate, la domanda si trovi nello stato “inviata” e che nella sezione “Archivio” sia presente il modulo domanda con tutte le informazioni corrette.

La domanda parteciperà alle operazioni di mobilità solo a seguito della convalida da parte dell’Ufficio Scolastico Provinciale: in tal caso Le sarà inviata una e-mail come notifica dell’avvenuta convalida e troverà nella sezione “Archivio” la lettera di notifica con le voci ritenute valide e con il punteggio spettante [….]”

Archivio 2018

Oltre alla ricezione della mail, il docente potrà verifica, sul portale Istanze online, la presenza della domanda inviata nell’Archivio 2018, al quale può accedere tramite link posizionato nella sinistra in alto della home page

Accedendo sarà possibile selezionare l’anno 2018 e sarà possibile visionare tutte le domande inviate dal docente nel corso del corrente anno e dovrà, quindi, essere presente anche la domanda di mobilità

Istanze online

Un’ultima conferma del regolare invio della domanda è possibile averla accedendo nel portale del MIUR Istanze online come se si dovesse compilare la domanda e sarà possibile visualizzare lo stato della stessa.

Nel portale viene utilizzata una specifica simbologia per indicare le domande disponibili che il docente può presentare e le domande presentate.

Il significato dei simboli utilizzati viene esplicitato in apposita legenda come di seguito riportiamo:

In corrispondenza delle domande disponibili compariranno quelle che il docente non ha presentato, ma aveva la possibilità di farlo

Il docente che ha presentato domanda di trasferimento, troverà tra le domande disponibili quella di passaggio di cattedra e di passaggio di ruolo

In corrispondenza delle domande presentate compariranno quelle compilate dal docente che possono risultare in stato di bozza o inviate.

Chiaramente, come segnalato nel portale Istanze online, per partecipare alla mobilità la domanda deve risultare inviata e non in stato di bozza

Anche in questo caso nel portale si utilizza una precisa simbologia per differenziare i due stati e il significato dei simboli utilizzati viene esplicitato in un’altra legenda come riportiamo di seguito:

Il docente che ha inviato regolarmente la domanda di trasferimento vedrà tale domanda come presentata preceduta dal simbolo:

Se, invece, la domanda non è stata inviata e risulta ancora in stato di bozza, il simbolo che la precede è differente:

In quest’ultimo caso il docente ha volutamente non inviato la domanda o ha dimenticato di farlo e, in ambedue i casi, a termini scaduti, oltre il 26 aprile, non è più possibile farlo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione