Ho conseguito 24 CFU e voglio svolgere concorso al Sud. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Rosangela Salerno – Spettabile redazione, sono una giovane non abilitata che ha da poco conseguito i 24 CFU per partecipare al prossimo concorso fit (se ci sarà per le mie classi di concorso!).

Ho appreso con sconcerto e rabbia le intenzioni del nuovo ministro leghista che ancora una volta vorrebbe escludere la mia categoria dal mondo dell’insegnamento.

Abbiamo atteso anni un TFA tante volte promesso e mai attivato, siamo stati esclusi dal concorso 2016 perché non abilitati, siamo tornati sui banchi dell’università per conseguire i 24 CFU convinti finalmente di poterci mettere in gioco..e adesso? Concorso solo in alcune regioni e solo per le materie scientifiche????? Ma stiamo scherzando???? Dopo tanti sacrifici economici e non dobbiamo essere nuovamente esclusi da tutto???

Io non ci sto non posso accettarlo..anche perché chi come me è del Sud come farebbe a sostenersi con soli 400 euro al mese???? Inoltre è vergognoso assistere ogni anno a mancanze di docenti specializzati sul sostegno e a non darci la possibilità di farci abilitare in questo campo.. perché non attivare a livello nazionale un fit sostegno in modo da dare lavoro e respiro a un bel po’ di persone?

Invito chi é nella mia situazione, associazioni studentesche, dottorandi all’unità e a protestare contro questo ennesimo scempio ai danni della nostra categoria.

Concorsi solo a Nord con domicilio professionale e limite ritorno a Sud. Progetto Lega

Versione stampabile
anief
soloformazione