Halloween, tre 18enni con finti fucili davanti a scuola: paura a Montesilvano, denunciati

WhatsApp
Telegram

La festa delle streghe ha preso una piega inaspettata e pericolosa a Montesilvano (in provincia di Pescara), dove tre giovani residenti, tutti diciottenni, hanno scatenato il panico fuori da un istituto scolastico.

La loro scelta di brandire fucili softair e katane in pubblico ha causato una risposta immediata e massiccia da parte delle forze dell’ordine.

Il fatto è accaduto nel primo pomeriggio, poco dopo le 14, quando alcune segnalazioni sono arrivate alla Questura di Pescara. Diverse persone presenti nei pressi della scuola hanno notato i tre individui, con il viso celato da maschere, mentre impugnavano armi che, a prima vista, apparivano reali. La reazione della Questura è stata immediata. Sono quindi scattate tutte le misure di sicurezza, particolarmente rafforzate in questo periodo, e sul posto sono state inviate più equipaggi che, perfettamente coordinati tra loro, hanno immediatamente raggiunto il luogo della segnalazione.

Gli agenti delle Volanti hanno rintracciato i tre giovani ancora con i fucili in mano. Fortunatamente, si è scoperto che le armi erano innocue, rivelandosi fucili softair. Nonostante ciò, il terrore iniziale ha lasciato il segno tra i testimoni presenti. Il gruppetto è stato prontamente identificato dagli agenti intervenuti sul posto.

Dopo l’identificazione, i tre sono stati accompagnati in Questura e denunciati per i reati di procurato allarme e porto abusivo di armi, quest’ultimo legato alla presenza delle katane. Inoltre, sono stati sanzionati amministrativamente per avere portato in un luogo pubblico, senza giustificato motivo, armi del tipo softair

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri