Hacker Killnet minacciano ancora l’Italia: “Domani attacco irreparabile”. L’agenzia per la cybersicurezza conferma

WhatsApp
Telegram

Dopo gli attacchi di tipo Ddos (Distributed denial of service) che hanno colpito diversi siti istituzionali nei giorni scorsi, gli hacker filorussi del gruppo KillNet tornano a minacciare l’Italia.

“30 maggio – 05:00 il punto d’incontro è l’Italia!’, si legge in un messaggio postato su Telegram dal collettivo. In un messaggio successivo Killnet ironizza: “Sono sempre stato interessato a una domanda: la Russia generalmente supporta le nostre attività? Dal momento che faremo un colpo irreparabile in Italia a causa della guerra con Anonymous. Saremo almeno ricordati nella nostra terra natale?”.

In precedenza Anonymous aveva reso inaccessibile il sito dei filorussi ‘killnet.ru’, dichiarando guerra agli hacker ‘rivali’. Sugli attacchi dei giorni scorsi ha aperto un fascicolo d’indagine la procura di Roma.

L’Agenzia per la cybersicurezza nazionale attraverso lo Csirt, il Computer security incident response team, conferma l’allarme di un attacco hacker immimente: “Continuano a rilevarsi segnali e minacce di possibili attacchi imminenti ai danni, in particolare, di soggetti nazionali pubblici, soggetti privati che erogano un servizio di pubblica utilità o soggetti privati la cui immagine si identifica con il paese Italia”.

L’attenzione è alta in vista di un possibile salto di qualità della campagna offensiva: aziende e istituzioni sono state invitate a elevare le difese telematiche contro il rischio intrusione.

Sarà un giorno particolare per la scuola con il Ministero dell’Istruzione, lo ricordiamo, è già stato preso di mira dagli hacker. Lunedì 30 sarà la giornata dello sciopero nazionale del personale scolastico e sarà anche il penultimo giorno per l’inserimento o l’aggiornamento nelle graduatorie per le supplenze.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur