Sciopero di un’ora. Come va organizzato per il personale Ata

di Lalla
ipsef

di Paolo Pizzo – Gli scioperi brevi possono essere effettuati solo nella prima o nell’ultima ora di lezione, o di servizio per i capi di istituto e per il personale Ata. A quest’ultimo non è permesso lo "spezzettamento" dell’orario.

di Paolo Pizzo – Gli scioperi brevi possono essere effettuati solo nella prima o nell’ultima ora di lezione, o di servizio per i capi di istituto e per il personale Ata. A quest’ultimo non è permesso lo "spezzettamento" dell’orario.

Si premette che l’art. 51 del CCN/2007 indica che l’orario ordinario di lavoro del personale ATA è di 36 ore, suddivise in sei ore CONTINUATIVE, di norma antimeridiane, o anche pomeridiane per le istituzioni educative e per i convitti annessi agli istituti tecnici e professionali.

Gli scioperi brevi – che sono alternativi rispetto agli scioperi indetti per l’intera giornata – possono essere effettuati soltanto nella prima oppure nell’ultima ora di lezione o di attività educative, o di servizio per i capi di istituto e per il personale ATA.

In caso di organizzazione delle attività PIÙ TURNI, gli scioperi possono essere effettuati soltanto nella prima o nell’ultima ora di CIASCUN TURNO; se le attività si protraggono in orario pomeridiano gli scioperi saranno effettuati nella prima ora del TURNO ANTIMERIDIANO e nell’ultima del TURNO POMERIDIANO.

Pertanto, a scanso di equivoci, precisiamo che quando si indica che lo sciopero per il personale ATA è possibile effettuarlo nella “prima ora del proprio orario di servizio”, si deve necessariamente intendere la prima ora di funzionamento dell’istituzione scolastica (nel caso di turno antimeridiano).

Giova infatti ricordare che il personale ATA non ha possibilità di avere un orario “spezzettato” ma solo continuativo. Pertanto, non è possibile per esempio che il personale ATA del turno antimeridiano abbia la sua prima ora di servizio alle 10 e possa per quell’ora scioperare.

Quindi per molte scuole che non si sono attenute al Contratto e hanno permesso lo “spezzettamento” dell’orario del personale ATA, si porrà il problema “in quale ora il personale ATA deve scioperare”?

Problema che si può risolvere rispettando ciò che indica il CCNL/2007 e non permettere lo “spezzettamento” dell’orario.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione