Licei: quali indirizzi previsti? Struttura ed organizzazione

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Il percorso di istruzione liceale è disciplinato dal DPR N.89/2010 che nell’art.2 conferma quanto già stabilito nell’art.1 del Decreto Legislativo n.226/2005 e ribadito nel DL n.7/2007, dove si stabilisce che i Licei, insieme agli Istituti Tecnici e agli Istituti Professionali, fanno parte dell’istruzione secondaria superiore quale articolazione del secondo ciclo del sistema di istruzione e formazione, tutti finalizzati al conseguimento di un diploma di istruzione secondaria superiore.

I percorsi liceali, come chiarisce il succitato art.2 del DPR N.89/2010, forniscono allo studente “gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilità e competenze coerenti con le capacità e le scelte personali e adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro

I percorsi liceali hanno durata quinquennale. Si sviluppano in due periodi biennali e in un quinto anno che completa il percorso disciplinare.

Il primo biennio è finalizzato all’iniziale approfondimento e sviluppo delle conoscenze e delle abilità e a una prima maturazione delle competenze caratterizzanti le singole articolazioni del sistema liceale, nonché all’assolvimento dell’obbligo di istruzione

Il secondo biennio e’ finalizzato all’approfondimento e allo sviluppo delle conoscenze e delle abilità e alla maturazione delle competenze caratterizzanti le singole articolazioni del sistema liceale.

Nel quinto anno si persegue la piena realizzazione del profilo educativo, culturale e professionale dello studente delineato nell’Allegato A, il completo raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento e si consolida il percorso di orientamento agli studi successivi e all’inserimento nel mondo del lavoro

I percorsi liceali comprendono i seguenti indirizzi:

  • Liceo artistico
  • Liceo classico
  • Liceo linguistico
  • Liceo musicale e coreutico
  • Liceo scientifico
  • Liceo delle Scienze umane

Struttura e articolazione di ciascun indirizzo risultano esplicitati in specifici articoli del DPR n.89/2010, uno per ogni indirizzo.

Liceo artistico

La struttura e l’articolazione del Liceo artistico viene disciplinata nell’art.4, dove si chiarisce che il percorso del Liceo artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica.

Si articola, a partire dal secondo biennio, nei seguenti indirizzi:

a) arti figurative

b) architettura e ambiente

c) design

d) audiovisivo e multimediale

e) grafica

f) scenografia

Gli indirizzi si caratterizzano rispettivamente per la presenza dei seguenti laboratori, nei quali lo studente sviluppa la propria capacità progettuale:

a) laboratorio della figurazione

b) laboratorio di architettura

c) laboratorio del design

d) laboratorio audiovisivo e multimediale

e) laboratorio di grafica

f) laboratorio di scenografia

L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 1122 ore nel primo biennio, corrispondenti a 34 ore medie settimanali; di 759 ore, corrispondenti a 23 ore medie settimanali nel secondo biennio, e di 693 ore, corrispondenti a 21 ore medie settimanali nel quinto anno.

L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti di indirizzo è di 396 ore nel secondo biennio, corrispondenti a 12 ore medie settimanali e di 462 ore, corrispondenti a 14 ore medie settimanali nel quinto anno.

Il piano degli studi del Liceo artistico e dei relativi indirizzi è definito dall’Allegato B che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Liceo classico

La struttura e l’articolazione del Liceo classico viene disciplinata nell’art.5, dove si chiarisce che il percorso del Liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della cultura umanistica.

L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, che mantiene la denominazione di ginnasio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali, e di 1023 ore nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 31 ore medie settimanali.

Il piano degli studi del liceo classico è definito dall’Allegato C che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Liceo linguistico

La struttura e l’articolazione del Liceo linguistico viene disciplinata nell’art.6, dove si chiarisce che il percorso del Liceo linguistico è indirizzato allo studio di più sistemi linguistici e culturali

Dal primo anno del secondo biennio è impartito l’insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica, prevista nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato e tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie.

Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l’insegnamento, in una diversa lingua straniera, di una disciplina non linguistica, compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse assegnato e tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie.

L’orario annuale delle attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali, e di 990 ore nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 30 ore medie settimanali.

Il piano degli studi del liceo linguistico è definito dall’Allegato D che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Liceo musicale e coreutico

La struttura e l’articolazione del Liceo musicale e coreutico viene disciplinata nell’art.7, dove si chiarisce che il percorso del Liceo musicale e coreutico, articolato nelle rispettive sezioni, è indirizzato all’apprendimento tecnico-pratico della musica e della danza e allo studio del loro ruolo nella storia e nella cultura.

L’iscrizione al percorso del liceo musicale e coreutico è subordinata, come specificato nel comma 2, al superamento di una prova finalizzata alla verifica del possesso di specifiche competenze musicali o coreutiche.

L’orario annuale delle attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 594 ore nel primo biennio, nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 18 ore medie settimanali.

Al predetto orario si aggiungono, per ciascuna delle sezioni musicale e coreutica, 462 ore nel primo biennio, nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 14 ore medie settimanali.

Il piano degli studi del liceo musicale e coreutico e delle relative sezioni è definito dall’Allegato E che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Liceo scientifico

La struttura e l’articolazione del Liceo scientifico viene disciplinata nell’art.8, dove si chiarisce che il percorso del Liceo scientifico è indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica.

Nel rispetto della programmazione regionale dell’offerta formativa, come chiarisce il comma 2, può essere attivata, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, l’opzione “Scienze applicate” che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico-tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, della terra, all’informatica e alle loro applicazioni.

L’orario annuale delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali, e di 990 ore nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 30 ore medie settimanali.

Il piano degli studi del liceo scientifico e della relativa opzione «scienze applicate» e’ definito dall’Allegato F che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Con il DPR n.52/2013 viene disciplinata, inoltre, in sintonia con quanto stabilito nell’art.3 comma 2 del DPR n.89/2010, l’organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo del sistema dei licei

La sezione ad indirizzo sportivo si inserisce strutturalmente, a partire dal primo anno di studio, nel percorso del liceo scientifico nell’ambito del quale propone insegnamenti ed attività specifiche.

Le istituzioni scolastiche che richiedono l’attivazione della sezione ad indirizzo sportivo devono disporre di impianti ed attrezzature ginnico-sportive adeguati.

Liceo delle Scienze umane

La struttura e l’articolazione del Liceo delle Scienze umane viene disciplinata nell’art.9, dove si chiarisce che il percorso del Liceo delle Scienze umane è indirizzato allo studio delle teorie esplicative dei fenomeni collegati alla costruzione dell’identità’ personale e delle relazioni umane e sociali.

Nell’ambito della programmazione regionale dell’offerta formativa, come chiarisce il comma 2, può essere attivata, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, l’opzione “economico-sociale”che fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alle scienze giuridiche, economiche e sociali.

L’orario annuale delle attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti è di 891 ore nel primo biennio, corrispondenti a 27 ore medie settimanali e di 990 nel secondo biennio e nel quinto anno, corrispondenti a 30 ore medie settimanali.

Il piano degli studi del liceo delle scienze umane e della relativa opzione economico-sociale è definito dall’Allegato G che costituisce parte integrante del DPR n.89/2010

Nel quinto anno di tutti i percorsi liceali, come esplicitato nell’art.10 comma 5 del DPR n.89/2010, è impartito l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato. Tale insegnamento è attivato in ogni caso nei limiti degli organici determinati a legislazione vigente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare