La valutazione finale agli esami di Stato del I ciclo di istruzione. Come si procede a calcolare la media del voto finale?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le modalità per determinare la valutazione finale agli esami di Stato sono state indicate nell’art.8 del decreto 62/2017 e nella successiva Nota ministeriale 1865 del 2017.

Esse prevedono che la commissione d’esame deliberi, su proposta della sottocommissione, la valutazione finale complessiva espressa con votazione in decimi, derivante dalla media, arrotondata all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5, tra il voto di ammissione e la media dei voti delle prove e del colloquio di cui al comma 3. L’esame si intende superato se il candidato consegue una votazione complessiva di almeno sei decimi.

La media si applica quindi tra il voto di ammissione e la media delle tre prove scritte d’esame e del colloquio.

Il decreto ministeriale n.741/2017 all’art.13 ha specificato in modo più lineare il procedimento per arrivare al voto finale, difatti leggendo bene l’articolo succitato, in esso sono indicate due medie distinte:

  • la prima media servirà preliminarmente alla commissione per arrivare alla media tra i voti delle singole prove e del colloquio, senza applicare però, in questa fase, arrotondamenti all’unità superiore o inferiore.
  • la seconda media, quella che determinerà il voto finale, si calcolerà tra il voto di ammissione e il risultato ottenuto dalla prima media cioè la media dei voti delle prove scritte e del colloquio. In questo caso il voto potrà essere arrotondato all’unità superiore per frazioni pari o superiori a 0,5 e proposto alla commissione in seduta plenaria (cfr. art.13 comma 2 del decreto 741).

Tutto sugli esami di Stato I ciclo

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare