Come si diventa ATA? La differenza tra Area D e C

di
ipsef

di Giovanni Calandrino – Ecco la seconda e ultima parte della guida “Come si diventa ATA”, in questa scheda analizzeremo le mansioni professionali delle AREE D e C del personale ATA.

di Giovanni Calandrino – Ecco la seconda e ultima parte della guida “Come si diventa ATA”, in questa scheda analizzeremo le mansioni professionali delle AREE D e C del personale ATA.

Area D: Il DSGA svolge attività lavorativa di rilevante complessità ed avente rilevanza esterna. Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.

Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del dirigente scolastico. Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario.

Svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili; è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.

Può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi. Può svolgere incarichi di attività tutoriale, di aggiornamento e formazione nei confronti del personale. Possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche.

Area C: Nei diversi profili svolge le seguenti attività specifiche

amministrativo

– attività lavorativa complessa con autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione e nell’esecuzione degli atti a carattere amministrativo contabile di ragioneria e di economato, pure mediante l’utilizzazione di procedure informatiche. Sostituisce il DSGA. Può svolgere attività di formazione e aggiornamento ed attività tutorie nei confronti di personale neo assunto. Partecipa allo svolgimento di tutti i compiti del profilo dell’area B. Coordina più addetti dell’area B.

tecnico

– attività lavorativa complessa con autonomia operativa e responsabilità diretta, anche mediante l’utilizzazione di procedure informatiche nello svolgimento dei servizi tecnici nell’area di riferimento assegnata. In rapporto alle attività di laboratorio connesse alla didattica, è sub consegnatario con l’affidamento della custodia e gestione del materiale didattico, tecnico e scientifico dei laboratori e delle officine, nonché dei reparti di lavorazione. Conduzione tecnica dei laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l’efficienza e la funzionalità.

Partecipa allo svolgimento di tutti i compiti del profilo dell’area B. Coordina più addetti dell’area B.

In fine ricordo che l’area C (Coordinatore amministrativo/tecnico) e il profilo di collaboratore scolastico addetto ai servizi (Area A s), sono figure inserite nel CCNL ma ad oggi inesistenti nelle scuole. Invece per il profilo di DSGA (area D), non è previsto l’inserimento in III fascia di circolo e di istituto.

Vedi anche

Come si diventa ATA?: Mansioni dei vari profili, i requisiti e le procedure d’accesso per le aree B – A s – A

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione