Altri casi in cui è necessario valutare l’intervento del Medico Competente

di Natalia Carpanzano
ipsef

Oltre i rischi classici per cui è necessario l’intervento del medico competente a scuola, ve ne sono altri in cui è opportuno valutare caso per caso.

Oltre i rischi classici per cui è necessario l’intervento del medico competente a scuola, ve ne sono altri in cui è opportuno valutare caso per caso.

  • Utilizzo di prodotti chimici nel laboratori scolastici: il livello di rischio presente nei laboratori chimici di una scuola viene di solito classificato come “irrilevante per la salute” (D.Lgs. 81/08 art. 224), in quanto le quantità utilizzate e le modalità di manipolazione generano un basso rischio. Non è dunque richiesta la sorveglianza sanitaria né per gli assistenti di laboratorio, né per gli insegnanti, né tanto meno per gli allievi. Per quanto riguarda invece gli assistenti e insegnanti di laboratorio che maneggiano tali prodotti per la preparazione degli esperimenti si possono concretizzare le condizioni della sorveglianza sanitaria.

  • Utilizzo di prodotti chimici per la pulizia: non si dovrebbe riscontrare la necessità di sottoporre ad accertamenti sanitari i collaboratori scolastici per quanto concerne l’utilizzo dei prodotti per la pulizia, in quanto i prodotti utilizzati sono in basse quantità e non i maniera continuativa. Può esserci invece il rischio di sviluppo di dermatiti da contatto nei casi di ipersensibilità individuale verso componenti dei detersivi e talvolta verso i guanti di gomma.

  • rumore: nella scuola, anche nelle situazioni più critiche, come ad esempio le attività ludiche (scuola dell’infanzia), le attività sportive o agonistiche in palestra o nell’ utilizzo di attrezzature in officine o laboratori, in considerazione del limitato tempo di esposizione, è difficile che vengano superati i limiti imposti dalla normativa.

  • rischio infettivo per contatto con gli allievi: questo rischio riguarda soprattutto il personale di asili nido e scuole dell’infanzia ma non si configura come rischio biologico per il quale il D.Lgs. 81/08 prevede la sorveglianza sanitaria. Alcune circolari regionali consigliano l’effettuazione della vaccinazione antinfluenzale e antivaricella per il personale di questi ordini scolastici ed è inoltre opportuno controllare la copertura vaccinale antitetanica per gli addetti che operano nei laboratori di meccanica.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare