Guerra in Ucraina, almeno una scuola su sei è stata distrutta o danneggiata. L’allarme di Unicef

WhatsApp
Telegram

Almeno 1 scuola su 6 supportata dall’Unicef in Ucraina Orientale è stata danneggiata o distrutta dall’inizio della guerra, compresa la Scuola 36 – l’unica ‘Scuola Sicura’ a Mariupol.

Ciò evidenzia il drammatico impatto della guerra sulle vite e il futuro dei bambini. Lo dichiara Unicef in una nota. Solo nell’ultima settimana, 2 scuole sono state colpite da attacchi.

Le scuole danneggiate o distrutte – 15 su 89 – fanno parte del programma ‘Scuole Sicure’ realizzato con il ministero dell’Istruzione e della Scienza, principalmente in risposta agli attacchi su asili e scuole nella regione del Donbass, dove si svolge un conflitto armato dal 2014.

Dall’inizio della guerra a febbraio, centinaia di scuole nel paese sono state segnalate come colpite a causa dell’uso di artiglieria pesante, bombardamenti aerei e altre armi esplosive in aree popolate, mentre altre sono state utilizzate come centri di informazione, rifugi, centri di rifornimento o per scopi militari.

“L’inizio dell’anno accademico in Ucraina era pieno di speranza e promesse per i bambini, dopo le interruzioni dovute al Covid19 – ha dichiarato Murat Sahin, rappresentante Unicef in Ucrain a- Invece, centinaia di bambini sono stati uccisi e l’anno scolastico termina tra la chiusura delle scuole a causa della guerra e la decimazione di strutture scolastiche”. “Per i bambini colpiti dalle crisi, la scuola è fondamentale – dichiara Unicef – fornisce uno spazio sicuro e una parvenza di normalità nei momenti più difficili – e assicura che non paghino per la vita il prezzo dell’istruzione perduta. L’istruzione può anche essere un’ancora di salvezza – fornisce ai bambini l’accesso alle informazioni sui rischi di ordigni esplosivi letali e connette loro e i loro genitori a servizi sanitari e psicosociali di base”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur