Guerra in Israele, a Gaza morti oltre 750 tra studenti e docenti

WhatsApp
Telegram

Il recente conflitto a Gaza ha lasciato dietro di sé una scia di distruzione insostenibile. L’organizzazione Save the Children ha rivelato una realtà agghiacciante: oltre 1000 bambini sono stati uccisi a causa dei bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza negli ultimi 11 giorni, con un ritmo drammatico di una vita spezzata ogni 15 minuti. Questi numeri rappresentano circa un terzo del totale delle vittime.

Jason Lee, direttore dell’organizzazione, ha espresso una grave preoccupazione: «Il tempo sta scadendo per i bimbi di Gaza». In vista della riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu di oggi, ha sottolineato l’urgenza di un cessate il fuoco per preservare vite innocenti. Il prosieguo delle ostilità potrebbe mettere a rischio migliaia di vite infantili.

Tra l’inizio del conflitto e il 15 ottobre, sono periti 724 studenti e 38 insegnanti, mentre 2’450 studenti e 71 docenti sono risultati feriti. La violenza ha devastato 164 edifici che ospitavano 223 scuole, principalmente nelle vicinanze di Gaza City e nell’area nord della Striscia, influenzando direttamente 166’433 studenti e 6’624 insegnanti.

Secondo un report dell’Education Cluster di Unicef nei territori palestinesi occupati, la situazione ha causato la perdita di sette giorni di lezione per 625 mila studenti e 22’564 insegnanti in 803 scuole. Il livello dei danni varia: 93 scuole hanno subito danni minori, 53 danni moderati, 17 danni significativi e una è stata completamente distrutta. Interessate anche 14 strutture dell’Unrwa, con le restanti scuole pubbliche.

Al momento, molte scuole sono convertite in rifugi per sfollati. L’Unicef evidenzia che circa 300 mila persone hanno trovato rifugio nelle strutture scolastiche dell’Unrwa.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta