Il gruppo di docenti di Quota 96 riparte con l’iniziativa del telegramma bombing, in attesa del tavolo tecnico del 7 maggio

WhatsApp
Telegram

.GB – Il gruppo di Quota 96 è stato invitato a spedire in modo massiccio telegrammi all’indirizzo di ministri, direttore Inps e anche di Matteo Renzi. L’iniziativa nasce per protestare ancora una volta contro la mancata soluzione della questione pensionamento con i requisiti pre Fornero, la cui riforma blocca ormai da mesi la possibilità di andare in quiescenza per questi lavoratori della scuola.

.GB – Il gruppo di Quota 96 è stato invitato a spedire in modo massiccio telegrammi all’indirizzo di ministri, direttore Inps e anche di Matteo Renzi. L’iniziativa nasce per protestare ancora una volta contro la mancata soluzione della questione pensionamento con i requisiti pre Fornero, la cui riforma blocca ormai da mesi la possibilità di andare in quiescenza per questi lavoratori della scuola.

La spedizione dovrà avvenire domani mattina, 5 maggio, tra le 9,30, 11,30, o, per chi non può, nel pomeriggio, sia via Web (previa registrazione sito Poste italiane, pagamento carta di credito o postepay), sia telefonicamente al N° 186 (pagamento su bolletta Telecom) o direttamente all’ufficio postale.

Inoltre si procederà anche con l’invio di messaggi di protesta via email, via twitter a tutti gli altri destinatari che siederanno al Tavolo tecnico il 7 Maggio, istituito per la definizione delle modalità di superamento delle problematiche più impellenti e critiche rinvenienti dalla riforma Fornero.

Al Tavolo parteciperanno il Ministro del Lavoro, il Ministro dell’Economia, il Direttore dell’INPS e i Presidenti delle Commissioni Lavoro di Camera e Senato, Damiano e Sacconi.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur