Green pass, tensione a scuola. Docente si rifiuta di mostrarlo: “Sono dati ultrasensibili”. Preside costretto a chiamare la Polizia

Stampa

Il green pass a scuola crea ancora tensioni. Ultimo caso in un istituto comprensivo della provincia di Bari. Così come segnala il sito “Quotidiano Italiano”, un docente si è rifiutato di mostrarlo.

La sua posizione è stata inflessibile e il dirigente scolastico è stato costretto a chiamare le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale che hanno preso le generalità dell’insegnante.

Così il docente: “La legge parla chiaro, questi sono dati ultrasensibili e solo io posso decidere se renderli pubblici o meno. Non sono contrario ai vaccini, purché siano sperimentati per anni e approvati. Sono contrario invece a tutte le dosi anti covid, sia chiaro che mi sono documentato prima di dire certe cose”.

Il dirigente scolastico ribatte: “Nel momento in cui un docente firma un contratto con questa scuola diventa un mio dipendente e quindi sono tenuto ad applicare la normativa dello Stato e a chiedere il green pass, che sia per vaccinazione, tampone o guarigione dal covid. Se non lo dovessi fare incorrerei io in una sanzione”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur