Green pass, solo poche decine di docenti e Ata non in regola. I primi dati ministeriali

Stampa

“Sono poche decine i casi di docenti o componenti del personale Ata che oggi non erano in regola con il green pass al momento dell’ingresso nella loro sede scolastica”.

È quanto rendono noto fonti del Ministero dell’Istruzione, secondo i dati che stanno prevenendo dagli Uffici territoriali.

Come verrà controllato il Green Pass del personale scolastico

Tutto il personale scolastico dovrà esibire il proprio ‘lasciapassare’, in assenza del quale sarà automaticamente considerato assente. Gli studenti, invece, per ora non saranno tenuti a esibire il proprio certificato: dovranno solo indossare la mascherina e rispettare il distanziamento interpersonale.

Sanzioni per i presidi in caso di omesso controllo [APPROFONDISCI]

Il ministero dell’Istruzione ha spiegato, mediante una nota ufficiale, che la verifica avverrà mediante l’App “Verifica C19”, utilizzabile dal dirigente scolastico o da un suo delegato. Nello specifico, la piattaforma online darà come risposta tre schermate di diverso colore: la schermata verde indicherà che il green pass è valido in Italia e in Europa, quella azzurra che è valido solo in Italia e quella rossa che non è valido o che è scaduto.

Chi può non presentare il Green pass a scuola

Prendendo in considerazione la Circolare del Ministero della Salute 4 agosto 2021, il ministero dell’Istruzione ha altresì chiarito che sono esentati dall’esibizione del green pass coloro che per condizione medica non possono ricevere o completare la vaccinazione e non possono, pertanto, ottenere una certificazione verde COVID-19. Tali soggetti, “esentati dalla vaccinazione”, dovranno ad ogni modo essere in possesso di specifica certificazione, per ora solo cartacea.

Cosa accade per le supplenze [APPROFONDISCI]

Docenti neoassunti, cosa accade con il green pass [APPROFONDISCI]

In arrivo la procedura automatizzata

L’App “VerificaC19” costituirà una misura temporanea, in attesa dell’implementazione di una piattaforma scolastica ad hoc, che unirà il Sistema informativo in uso presso le scuole alla Piattaforma nazionale DGC (che attualmente gestisce i Green Pass). A quel punto, grazie all’interoperabilità con il Sistema informativo del Ministero della Salute, il dirigente scolastico potrà interrogare il Sistema informativo del Ministero dell’Istruzione SIDI senza necessità di scansione di ogni singolo QRcode. Cosicché il Dirigente o il suo delegato potranno limitare la verifica con l’App “VerificaC19” ai soli QRcode della “schermata rossa”, risparmiando dunque tempo.

Per approfondimenti

Green pass e neo assunti, si prende servizio senza green pass. Dubbio dirigenti, meglio avere almeno il tampone

Green pass, procedura sanzionatoria a carico dei presidi. Chi non lo fa potrà ricorrere alla sospensione del servizio.

Green pass docenti ed ATA, controllo informatizzato dal 13 settembre, prima con APP. Ecco come funzionerà, nota Ministero [PDF]

Green pass a scuola, com’è andata? Il bilancio è positivo ma i controlli manuali non vanno bene per l’inizio delle lezioni [TESTIMONIANZE]

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione