Green Pass, Sileri frena: “Eliminarlo sarebbe prematuro, ma una rimodulazione è possibile”

WhatsApp
Telegram

“Io credo sia prematuro oggi parlare di eliminazione del Super Green pass, ma una rimodulazione può essere necessaria. Sono stato uno dei sostenitori del Green pass fin da subito”.

È quanto ha sottolineato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, oggi a Milano a margine della cerimonia di inaugurazione dell’Anno accademico 2021-2022 dell’università Vita-Salute San Raffaele.

E ancora: “Credo che questa diversa circolazione del virus, con la variante Omicron che sembra essere meno aggressiva contro il polmone, e agisce su una popolazione largamente vaccinata, ci pone dinanzi alla necessità di una rimodulazione di ciò che abbiamo fatto”. 

“Quando si potrà fare? “Intanto osserviamo i dati, vediamo se nascono nuove varianti altrove nel mondo, proseguiamo con la campagna per la terza dose. Poi una rivalutazione potrà essere fatta – ha spiegato – Sicuramente il Green pass non può essere qualcosa di eterno. Non è un passaporto che ha la durata di 10 anni”.

Queste riflessioni sono parte di un percorso verso “un ritorno alla completa normalità, dove per normalità si intende anche prima o poi la rimodulazione o la rimozione del Green pass”. Certo, ha puntualizzato infine, “non lo farei ora. Oggi è francamente prematuro”.

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO VIII CICLO: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove