Green pass scuola, se non arriva in tempo è valido il certificato della struttura sanitaria dove si è fatto il vaccino o il tampone. La NOTA del Ministero [PDF]

WhatsApp
Telegram

La nota del Ministero dell’istruzione del 15 ottobre prevede alcune novità anche alla luce del nuovo decreto green pass 52/2021. Ecco una precisazione importante per il personale scolastico.

Come già evidenziato in precedenza da una FAQ del Governo, il Ministero dell’Istruzione spiega: “si intendono comunque rispettate a seguito della presentazione da parte dell’interessato di un certificato rilasciato dalla struttura sanitaria ovvero dall’esercente la professione sanitaria che ha effettuato la vaccinazione o dal medico di medicina generale dell’interessato, che attesta che il soggetto soddisfa una delle condizioni di cui al citato articolo 9, comma 2“.

Ciò significa che chi ha effettuato la vaccinazione o il tampone ed è in attesa del green pass, se questa attesa dovesse durare un tempo non sostenibile per i tempi lavorativi, gli insegnanti o gli Ata, possono mostrare al controllo del green pass, la certificazione della struttura sanitaria dove hanno effettuato il vaccino o il tampone.

In questo modo, non il sistema si adegua ad uno dei problemi più volte segnalati anche da questa testata.

NOTA

Green pass scuola, quando può rientrare il lavoratore sospeso? La NOTA del Ministero [PDF]

Green pass, nessuna sanzione amministrativa per docenti e Ata sprovvisti. La NOTA del Ministero [PDF] [PDF]

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO