Green pass scuola dal 1° settembre: non ne sono ancora in possesso, vale autocertificazione o devo fare il tampone?

Stampa

Green pass obbligatorio dal 1° settembre per l’accesso del personale scolastico nell’edificio. Il primo adempimento è legato alla presa di servizio da parte dei docenti neoassunti o di quei docenti, ad es. in assegnazione provvisoria o che rientrano nella propria scuola di titolarità, che devono svolgere questo rito.

Collegio docenti

Uno dei primi adempimenti collegiali di settembre è il collegio docenti, ma ci risulta che la maggior parte delle scuole si sia adoperata per proseguire l’attività on line, in modo da ridurre al minimo i rischi di possibile contagio in vista del ritorno in classe.

Green pass obbligatorio dal 1° settembre 2021

In ogni caso il green pass è previsto dal DL 111/2021, che afferma

Dal 1° settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione, tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario, nonche’ gli studenti universitari, devono possedere e sono tenuti a esibire la certificazione verde COVID-19 di cui all’articolo 9, comma 2.

Dunque green pass obbligatorio per tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione.

Personale che ha aderito alla campagna vaccinale a fine agosto e non è in ancora in possesso di green pass

Giungono alla nostra redazione le mail di docenti e ATA che hanno aderito alla campagna vaccinale solo in questi ultimi giorni e quindi non sono ancora in possesso del green pass.

La Certificazione infatti – secondo quanto riportato nelle FAQ sulla certificazione verde Covid 19 – viene generata in automatico e messa a disposizione gratuitamente nei seguenti casi:

  • aver effettuato la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni;
  • aver completato il ciclo vaccinale;
  • essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti;
  • essere guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

Al di fuori di queste situazioni non esiste green pass, se non per il personale esonerato dalla somministrazione.

Docenti e ATA ci chiedono se, in attesa del rilascio del green pass, sia possibile utilizzare una autocertificazione o utilizzare il foglio rilasciato dall’ASL che ha effettuato la vaccinazione.

Si tratta infatti di personale che ha già aderito alla campagna vaccinale effettuando la prima dose, ma non è ancora in regola dal punto di vista burocratico.

La richiesta è legata ad eventuali adempimenti in presenza tra il 1° settembre e l’inizio delle lezioni.

Sarebbe possibile produrre una autocertificazione o è necessario produrre il green pass attraverso il tampone?

Non sappiamo se tale quesito è stato posto in maniera specifica ieri al Ministero. Dal report CISL leggiamo

“Alla luce del quadro normativo esistente, è stata esclusa la possibilità di un rinvio dell’applicazione del DL 111/2021 così come quella di prevedere una possibilità di autocertificazione da parte dei lavoratori.”

Si attendono naturalmente eventuali chiarimenti che potranno essere inseriti nel Decreto Ministeriale o DPCM di prossima emanazione per regolamentare il controllo del possesso del green pass per l’accesso nell’edificio scolastico.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione