Green pass per docenti e per personale, i 4 giorni di assenza ingiustificata prima della sospensione possono essere anche “discontinui”

Stampa

Arriva la risposta ad una delle domande che dalla pubblicazione del DL 111 è circolata nei gruppi Wap e Facebook. Oggi la questione è stata affrontata durante la conferenza di servizio che si è tenuta oggi al Ministero dell’Istruzione con i rappresentanti ministeriali e i dirigenti delle scuole italiane.

Innanzitutto, è stato ribadito che chi non sarà in regola con il Green pass e collezionerà 5 giorni di assenza non sarà sottoposto a intervento disciplinare. Il DL 111 va inteso, così è stato detto durante la conferenza di servizio, come una norma speciale. Viene prevista soltanto la sospensione del servizio e dello stipendio.

Altra questione riguarda le modalità di cumulo dei 5 giorni di assenza ingiustificata possono avvenire, non dovranno necessariamente essere consecutivi, potranno essere anche discontinui.

Ciò significa che durante l’anno scolastico si potranno al massimo collezionare 4 giorni di assenza non giustificata, 4 jolly per i docenti che dovranno effettuare un tampone ogni 48 ore.

Il Ministero, sempre secondo quanto riferito durante l’incontro, sta implementando una piattaforma per il controllo del Green pass, come abbiamo più volte avuto modo di riferire. A questa piattaforma si affiancherà una implementazione del sistema SIDI che conterrà una voce specifica per le assenze dovute a Green pass non in regola.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione