Green pass, obbligo nei luoghi di lavoro fino a giugno: ipotesi al vaglio del governo per sostenere campagna di vaccinazione

WhatsApp
Telegram

Non solo la proroga dello stato di emergenza. Il governo pensa anche al prolungamento dell’obbligo di green pass nei luoghi di lavoro fino alla fine di giugno. 

L’estensione fino all’inizio dell’estate ha l’obiettivo di sostenere la seconda fase della campagna vaccinale e raggiungere il prima possibile il 90% della popolazione vaccinata.

Perché la proroga dello stato di emergenza e del green pass? La risalita dei contagi Covid, dovuta anche alla diffusione della variante Delta e la conseguente necessità di andare avanti con la campagna vaccinale sarebbero tra i motivi che indurrebbero il governo Draghi a prorogare ulteriormente lo stato d’emergenza e probabilmente anche la certificazione verde obbligatoria.

La curva dei contagi continua a crescere facendo registrare un raddoppio di positività nel giro di tre settimane. “Mediamente, spiega il fisico Giorgio Sestili, si registra un aumento medio di 1,35 casi al giorno, pari al 35% in più rispetto alla settimana precedente”. Numeri simili a quelli di settembre e ottobre di un anno fa – quando l’Italia scopriva le ‘zone a colori’ e il semi-lockdown – e che, inevitabilmente, sono destinati a lievitare durante l’inverno quando, peraltro, bisognerà fare i conti anche con l’influenza. Ma, sottolinea Sestili, l’aumento, iniziato ad ottobre in tutta Europa, in Italia è mitigato dai vaccini “per questo la nostra situazione epidemiologica è fra le migliori”.

Allo stato di emergenza sono legati anche provvedimenti che riguardano il mondo della scuola come la didattica a distanza e alcune disposizioni lavorative nel caso di classi scolastiche in quarantena.

Con il 90% della popolazione vaccinata si può considerare l’allentamento del Green Pass, ha detto il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, nella trasmissione 24 Mattino su Radio 24. “Il prolungamento dello stato di emergenza e le misure restrittive sono correlate al numero dei vaccinati. Credo – ha detto – che vadano date delle prospettive ai cittadini, io credo che con il 90% dei vaccinati si possano prendere in considerazione l’allentamento delle misure, come la revisione dell’utilizzo del Green Pass con una sua estensione più ridotta rispetto a quanto è previsto oggi”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO