Green pass obbligatorio per docenti e personale: chi è esonerato da vaccino non dovrà effettuare un tampone ogni 48 ore

Stampa

Chi ha esenzione vaccinale con certificazione cartacea o digitalizzata non dovrà fare un tampone ogni 48 ore. Arriva una buona notizia dall’incontro di ieri tra sindacati e Ministero sull’accesso a scuola con Green pass.

Si tratta di personale che non può fare il vaccino per motivi di salute, esenzione che, però, dovrà essere provata con un certificato, anche cartaceo in attesa della digitalizzazione.

Secondo quanto riferisce la CISL, anche sulla scorta del parere del Ministero della Salute, si è rilevato che questo personale non dovrà sottoporsi a tampone per accedere a scuola. Nell’ambito della sorveglianza sanitaria, il medico competente di ciascuna scuola potrebbe comunque prevedere eventualmente un sistema di screening su questi lavoratori e sui lavoratori fragili, per garantirne la sicurezza.

Si tratta di una possibilità che è già stata prevista nel decreto 111, che stanzia appositamente un “fondo tamponi” che le scuole possono utilizzare per effettuare screening. Il “fondo della discordia” che i sindacati avevano chiesto venisse utilizzato per tutti quei docenti che dovranno effettuare un tampone ogni 48 ore per aggiornare il Green pass.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione