Green pass obbligatorio e tamponi gratuiti solo per i ‘fragili’, Bianchi convoca i sindacati. Anief insiste: è illegittimo e discriminante

Stampa

Per definire la ripresa delle attività scolastiche a settembre, il ministero dell’Istruzione ha deciso di confrontarsi con i sindacati il 24 e 25 agosto. “In settimana – ha detto oggi Marcello Pacifico, intervistato da Italia Stampa – sono stati convocati i sindacati che hanno firmato il protocollo sulla sicurezza, alla luce delle proteste rispetto all’interpretazione che ha fornito il Ministero sulla gratuità dei tamponi da concedere solo al personale ‘fragile’ e non a tutti i lavoratori della scuola”.

Il sindacato rivendica poi “certezze anche su come dovranno operare i dirigenti scolastici, rispetto ad un testo che Anief continua a ritenere illegittimo e per questo motivo verrà impugnato in tribunale”.

L’organizzazione sindacale autonoma continua a raccogliere adesioni ai ricorsi, da parte di dipendenti e studenti universitari che non accettano la violazione discriminatoria di sottoporsi a tampone ogni due giorni per entrare negli istituti scolastici e negli atenei.

 

L’illegittimità del green pass obbligatorio, come delle note ministeriali, va contro il regolamento comunitario, il n. 953: già ci sono alcune circolari, perfino dei rettori, che impongono l’obbligo di possedimento del certificato verde. È una battaglia per porteremo avanti in tribunale. È ancora possibile, entro domani, lunedì 23 agosto, aderire alla prima ondata di ricorsi, che saranno depositati per chiedere un primo provvedimento utile” da parte del giudice “entro il prossimo 31 agosto”.

 

La raccolta adesioni al ricorso proposto dall’Anief contro l’obbligo di possesso e di esibizione del certificato verde, riguarda da una parte i lavoratori della scuola e degli atenei e dall’altra gli studenti universitari. Continua, nel frattempo, la raccolta firme per la petizione contro le relative sanzioni, sia le multe sia la sospensione dal servizio, che ha superato le 120mila adesioni. Una ulteriore specifica petizione è stata avviata per lo sdoppiamento delle classi e il raddoppio degli organici. È stato infine confermato lo sciopero Anief nel primo giorno delle lezioni del nuovo anno scolastico, con cadenza diversa a seconda delle regioni.

 

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”