Green pass obbligatorio docenti e Ata, Turi: “Modo surrettizio per stabilire l’obbligo di vaccino”

Stampa

“Nessuna contrarietà preconcetta all’obbligo di green pass per docenti e personale della scuola, ma sicuramente molte le questioni che restano in sospeso”.

Ne è convinto il segretario generale della Uil Scuola Pino Turi secondo cui l’obbligo di green pass è comunque “un modo surrettizio per stabilire l’obbligo di vaccino”.

Secondo Turi, inoltre, “restano da definire eventuali sanzioni e le esenzioni per chi non può vaccinarsi per motivi sanitari”.

Lascia poi perplessi l’ipotesi di “assenza ingiustificata” per chi è privo del ‘passaporto verde’. “In attesa di conoscere i dettagli delle decisioni del cdm – sottolinea Turi all’Adnkronos – sarà il protocollo sulla
sicurezza che dovrà stabilire tempi e modi di gestione del green pass che non si presenta certo semplice. In sede di confronto con il ministero per la sottoscrizione del protocollo sulla sicurezza – aggiunge – si dovranno definire le misure concrete”.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata