Green pass obbligatorio docenti e Ata, Fratelli d’Italia attacca: “Non ha senso. Dal Governo troppa superficialità”

Stampa

“Nella cabina di regia governativa è risultato prevalente l’orientamento di introdurre il green pass obbligatorio nelle scuole senza però prevedere sanzioni. Come al solito il governo affronta un tema così delicato con superficialità”. Lo dichiarano i parlamentari di Fratelli d’Italia, Paola Frassinetti, vicepresidente della Commissione Cultura della Camera e responsabile dipartimento istruzione FdI ed Ella Bucalo responsabile scuola FdI.

Ci chiediamo che senso abbia il green pass obbligatorio senza sanzioni così come ci domandiamo che senso abbia prevederlo senza stanziare fondi adeguati per permettere al personale scolastico di effettuare i tamponi“, proseguono le parlamentari di Fratelli d’Italia.

DIRETTA | Green pass scuola, obbligo per docenti e Ata. Chi non ce l’avrà e non potrà andare a lavoro sarà assente ingiustificato. Allo studio pass verde per gli studenti delle superiori

Ribadiamo che a nostro parere il “green pass” obbligatorio non è necessario in quanto la percentuale del personale scolastico (docenti, personale ATA e amministrativo) è già vaccinato nella percentuale del 90% e questo dato non potrà che migliorare considerando che c’è ancora un mese di tempo prima dell’avvio del nuovo anno. Va altresì stigmatizzato il fatto che il governo non abbia previsto risorse adeguate per coprire il costo dei tamponi per il personale scolastico e per gli studenti”, concludono Frassinetti e Bucalo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur