Green Pass nelle scuole, Presidi: “Respingiamo l’idea di diventare sanzionatori di chi non ritenesse opportuno vaccinarsi”

Stampa

Udir – Vito Lo Scrudato (Udir) ha oggi, all’interno del telegiornale di Telecolor, riportato il parere del sindacato sull’imposizione per i presidi di controllare che docenti e Ata siano muniti di green pass e diventarne anche sanzionatori nel caso in cui ne fossero sprovvisti: “Siamo contrari a svolgere questo ruolo per una ragione culturale, siamo un’istituzione scolastica, formativa, educativa, didattica, che non ha nulla a che vedere con le azioni di repressione”

Oggi su Telecolor è intervenuto il vicepresidente nazionale Udir e dirigente scolastico Vito Lo Scrudato, che ha riportato il parere del sindacato sull’imposizione per i presidi di controllare che docenti e Ata siano muniti di green pass e diventarne anche sanzionatori nel caso in cui ne fossero sprovvisti. Udir non manifesta alcuna contrarietà al vaccino, che anzi è stato promosso tra il personale con una campagna di sensibilizzazione, ma l’obbligo del green pass porta ora a una presa di posizione contraria. I dirigenti non ci stanno a sostenere l’imposizione del certificato verde al personale scolastico docente e Ata, come non ci stanno a vestire i panni dei controllori e sanzionatori, perché la scelta dev’essere libera.

Infatti il dirigente scolastico Lo Scrudato ha sottolineato come il sindacato non sia “contrario ai vaccini, ma sentiamo di dover esprimere una forte contrarietà all’idea che i presidi debbano sanzionare chi non desidera vaccinarsi, con la minaccia di essere a nostra volta sanzionati se non ci trasformiamo in sanzionatori sanitari. Siamo contrari a svolgere questo ruolo per una ragione culturale, siamo un’istituzione scolastica, formativa, educativa, didattica, che non ha nulla a che vedere con le azioni di repressione”.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione