Green pass mezzi pubblici, trasporto scolastico dedicato concesso senza certificazione (solo per gli under 12) FAQ UFFICIALE

WhatsApp
Telegram

Green pass mezzi pubblici. La misura vale per gli studenti delle scuole superiori, ma non per quelli under 12. Il governo, con la FAQ ufficiale, pubblicato sul sito specifica che il trasporto scolastico dedicato (scuolabus) per i minori di 12 anni sarà possibile senza green pass.

La misura sarà valida, per il momento, per gli studenti delle scuole superiori. Per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici superiori sarà consentito l’accesso a scuola senza green pass, ma non potranno prendere i mezzi pubblici se non hanno la certificazione verde. Questo, almeno, è quanto si evince dalla tabella pubblicata dal governo.

RIEPILOGO

Accesso a scuola garantito per gli studenti di Scuole superiori e Istituti tecnici superiori, sia in zona Bianca, sia Gialla, sia Arancione, anche senza Green Pass. Per gli studenti universitari, invece, niente lezioni per chi è senza Green Pass, e porte aperte invece per chi ha il Base e il Super.

Gli studenti al di sotto dei 12 anni potranno usare i mezzi del trasporto scolastico dedicato esclusivamente a loro (scuolabus) anche senza Green Pass sia che si trovino in zona Bianca, Gialla o Arancione.

Tamponi gratuiti per gli studenti della fascia 12-18 anni. L’ultima idea del governo

Tamponi gratuiti per gli studenti della fascia 12-18 anni, ma solo per coloro che riceveranno la prima dose di vaccino in attesa, dunque, dell’attivazione del green pass. Secondo Huffington Post, sarebbe questa la proposta del governo su cui si sta lavorando nelle scorse ore.

Le Regioni, nelle scorse ore, avevano chiesto tamponi gratuiti per gli studenti. La richiesta, dunque, sarebbe solo stata solo in parte accolta. Tamponi gratis solo per colore che, seppur vaccinati, si troverebbero per due settimane sprovvisti di un Green Pass funzionante, visto che questo viene attivato solo 14 giorni giorno dopo l’avvenuta vaccinazione.

Una misura che andrebbe quindi ad incentivare le vaccinazioni anche per questa fascia d’età, e non ad aprire ad un tamponificio fornendoli gratuitamente a chiunque. Uno stanziamento di risorse potrebbe essere inserito già in legge di Bilancio nel corso dell’esame in prima lettura al Senato.

Non si esclude, però, una deroga fino alle vacanze di Natale ma esclusivamente per quegli studenti che hanno ricevuto la prima vaccinazione. Viene esclusa una moratoria erga omnes.

“Abbiamo scritto al ministero – spiega Stefano Malorgio, segretario nazionale della Filt Cgil – che non si può immaginare che si scarichi tutto sui lavoratori. Nel trasporto pubblico locale è tutto molto più complicato. Abbiamo chiesto la convocazione del tavolo sicurezza del trasporto pubblico locale ai ministeri Trasporti e Interno. Questo ulteriore aggravio di competenze rischia di creare tensioni tra i lavoratori”. 

Green pass mezzi pubblici, cosa succede attualmente

Se i genitori non potranno accompagnare i propri figli a casa con mezzi autonomi, i ragazzi dovranno prendere il bus o la metro: per farlo, se non sono vaccinati, servirà il tampone (antigenico rapido ogni 48 ore o molecolare ogni 72 ore) con il prezzo calmierato di 8 euro, per i minori dai 12 ai 18 anni, la cifra spesa si aggira attorno ai 90-120 euro.

Secondo gli ultimi dati a disposizione (2019) gli studenti che utilizzano i mezzi pubblici sono il 32,4% (oltre 3 milioni). A frequentare scuola media e superiore sono oltre 4 milioni e considerato che oltre circa 3 milioni quelli vaccinati, vuol dire che oltre un milione di studenti non hanno completato o non hanno mai iniziato il ciclo vaccinale.

Pertanto circa il 25% degli studenti sarà obbligato a muoversi con il green pass (vaccino o tampone) per salire sul bus.

Le forze dell’ordine, polizia e carabinieri, non saliranno sui bus per chiedere la certificazione verde, ma saranno alle fermate e all’ingresso delle stazioni. Le pattuglie saranno pronte a intervenire vicino alle fermate in caso di problemi. Saranno quindi i controllori dei biglietti a dover verificare il Green pass dei passeggeri.

Per chi cercherà di salire su bus, metro e tram senza Green pass scatteranno multe fino a 1000 euro.

Dall’1 settembre scorso il Green pass era già stato reso obbligatorio per aerei, navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, treni Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità; autobus su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti. Per questi mezzi di trasporto non cambia quindi nulla.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO