Green pass: Lega, Fdi ed ex M5S lo bocciano. Salvini: tamponi gratuiti. È caos nella maggioranza

Stampa

La Lega, Fratelli d’Italia ed ex esponenti del Movimento 5 stelle hanno votato in commissione alcuni emendamenti che bocciano il Green pass. Gli emendamenti non sono stati approvati, ma la questione lancia un messaggio chiaro alla maggioranza che entra in fibrillazione.

Al centro della bufera la Lega, che è partito di maggioranza (FdI ed ex M5s rappresentano invece l’opposizione). Salvini ha attaccato affermando che è fuori dal mondo chi non consente tamponi gratuiti insieme all’obbligo del Green pass.

Si apre per la maggioranza un autunno caldo, con Letta che in una dichiarazione ritiene la Lega già fuori dalla maggioranza.

Tutto ciò mentre oggi si sono svolte molte manifestazioni contro l’obbligo del Green pass in tutta Italia ed è entrato in vigore, senza grosse problematiche, anche a scuola.

Quello dei tamponi è una battaglia che la Lega porta avanti già da qualche settimana, sia con la richiesta dell’introduzione dei tamponi salivari che della gratuità. Quest’ultima negata di fatto ai docenti che non si sono adeguati al vaccino, come ribandito più volte dal Ministro dell’istruzione.

Si attende anche la conferenza stampa di domani, quando Draghi sarà affiancato dai ministri Enrico Giovannini, Roberto Speranza e Patrizio Bianchi. Scuola, trasporti, sicurezza sanitaria: è da qui che riparte il governo in chiave anti-Covid., Mettendo a punto, anche dal punto di vista tecnico, il sistema di verifiche per gli ingressi a scuola di prof e alunni.

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”