Green pass, Giannelli: “Dove sono finiti gli aiuti promessi dal generale Figliuolo? Rafforzare campagna di tracciamento”

WhatsApp
Telegram

Se i sindaci italiani vedono il green pass come un modo per tutelare l’istruzione degli studenti italiani, per i presidi sarebbe invece un rischio.

“Comprendiamo la preoccupazione di chi si trova a dover fronteggiare la quarta ondata che sta investendo in modo particolare la fascia più giovane della popolazione. D’altra parte la scuola necessita di una estrema e doverosa gradualità nell’introduzione di misure che potrebbero comportare una compressione del diritto all’istruzione, pur se determinate da ragione di salute collettiva”, ha detto il presidente dell’Anp, Antonello Giannelli.

I presidi sottolineano anche come nelle scuole non si siano ancora visti “gli esiti dell’intervento delle forze messe in campo dal generale Figliuolo” sul rafforzamento delle operazioni di tracciamento dei casi di coronavirus. “Ci saremmo aspettati – ha detto Giannelli – una rapida inversione di tendenza in termini di efficienza delle Asl e di efficacia alla campagna di testing e tracing, operazioni che dovrebbero garantire la scuola in presenza”. Tuttavia, “come testimoniano i colleghi sul campo”, al momento non sembrano esserci significative novità in questo senso, ha concluso Giannelli.

“Green pass per gli studenti dalla primaria alle superiori. A scuola casi fuori controllo”. I sindaci scrivono al governo

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria (utile anche per STEM), il corso Orizzonte Scuola per prova scritta e orale. Aggiunte nuove simulazioni. Con simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO