Green pass, fino al 30 settembre per gli esenti certificati provvisori: li faranno vaccinatori e medici di famiglia

Stampa

Fino al 30 settembre per chi non può vaccinarsi per motivi clinici ci saranno certificati ponte che dovranno essere emessi da medici vaccinatori e medici di famiglia. E’ l’indicazione che arriva dalla Regione Liguria in attesa del portale nazionale.

A chiarire la questione, si legge su La Repubblica, è stata Alisa, l’azienda sanitaria regionale guidata dal professor Filippo Ansaldi, dopo l’appello del direttore scolastico regionale, Ettore Acerra, che, con i dirigenti scolastici, si sta fronteggiando una selva, non troppo fitta ma confusa, di certificati, presentati a scuola da professori o personale ausiliario che non hanno il Green Pass.

La certificazione di esenzione dalla vaccinazione viene rilasciata nel caso in cui vi siano condizioni cliniche documentate, che la controindichino in maniera permanente o temporanea – precisa Alisa, in una nota – oltre alla circolare ministeriale, è stata inviata una una nota alle Asl, contenente il percorso da adottare”.

Pertanto, in ogni Asl dunque sono stati individuati uffici dedicati alla valutazione e al rilascio delle eventuali esenzioni dalla vaccinazione per gli operatori scolastici e sono stati ugualmente dedicati vaccinatori, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta che operano nella campagna di vaccinazione e che potranno rilasciare le certificazioni a titolo gratuito, inserendole sul Portale informatico ligure (PoLiSS).

Le certificazioni di esenzione – aggiunge Alisa – avranno validità fino al 30 settembre, in attesa che le attestazioni siano rilasciate direttamente dal Portale nazionale”. Dunque una procedura temporanea per gestire al meglio la questione certificati in attesa del portale a carattere nazionale.

Nel caso specifico della Liguria, non si registrano molti docenti e Ata senza Green pass: “Chi non ha il Green Pass si conta sulle dita di una mano, saranno 4 o 5 le persone che si sono presentate al lavoro, il 1° settembre, senza certificazione”, dice il direttore dell’USR Liguria Acerra che aggiunge:”Poi ci sono docenti e lavoratori Ata che devono completare il ciclo vaccinale o non hanno ancora fatto la visita per l’esenzione, poi ci sono quelli non ancora vaccinati e costretti a fare il tampone, ma non sono assolutamente No Vax“.

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”