Green pass e obbligo vaccinale per docenti e Ata: giovedì alle 14 il Consiglio dei Ministri?

Stampa

Dovrebbe tenersi giovedì alle 14 una riunione del Consiglio dei ministri. La riunione non è ancora ufficialmente convocata e non c’è convocazione della cabina di regia governativa sul Covid ma il Cdm di giovedì dovrebbe essere l’occasione per approvare le nuove misure sul Green pass e per il contrasto al Covid.

Venerdì 6 agosto il certificato verde Covid-19 diventa obbligatorio per sedersi ai tavoli di bar e ristoranti al chiuso e per accedere ad altre attività considerate a rischio contagio.

Le prossime ore saranno decisive per decidere se estendere ulteriormente l’obbligo del certificato verde anche sui luoghi di lavoro e sui trasporti a lunga percorrenza, oltre che a risolvere il dossier scuola in vista dell’inizio dell’anno scolastico a settembre.

L’obiettivo del governo Draghi è quello di tracciare un calendario che, a partire da venerdì, fissi le date entro cui far entrare in vigore il green pass per i settori in sospeso, oppure di stabilire dei limiti di tempo entro cui – monitorando la curva del contagio – prendere una decisione.

Per quanto concerne la scuola, l’obiettivo dichiarato dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi  è quello di evitare l’inizio di un terzo anno in didattica a distanza. Il mezzo con cui farlo, i vaccini anti Covid-19.

La linea del governo è quella di non prevedere – per il momento – l’obbligo del green pass anche in ambito scolastico, ma di monitorare l’andamento della campagna vaccinale fino al 20 agosto, giorno in cui le Regioni dovranno inviare al Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19 i dati relativi alle coperture vaccinale degli insegnanti nei loro territori.

L’ipotesi alla quale sta lavorando Draghi sarebbe quella di “localizzare” l’intervento il più possibile. Il tema è che le percentuali di docenti vaccinati variano non solo da regione a regione ma anche da provincia a provincia. E l’obiettivo dell’esecutivo sarebbe intervenire proprio nelle aree dove tali percentuali sono più basse e quindi allarmanti (Sicilia, Calabria, Liguria, provincia di Bolzano).

Non si escluderebbe un prolungamento della Dad fino a che non si raggiunga una soglia di sicurezza, ad esempio. Altro obiettivo dichiarato è quello di immunizzare, entro il 28 settembre, almeno l’80% degli studenti di età compresa fra i 12 e i 19 anni

I prossimi giorni saranno determinanti anche per il Piano Scuola. Il documento, che raccoglie le raccomandazioni del Cts per l’organizzazione dell’anno scolastico, verrà illustrato mercoledì 4 agosto alle Regioni. Non è da escludere che proprio in quella data possa tenersi la cabina di regia e un Cdm che riguarderà, oltre all’esame del piano del ministero dell’Istruzione, anche l’obbligo del pass per i trasporti a lunga percorrenza.

Vaccini per docenti, scontro nel Governo tra persuasori e obbligazionisti. Ipotesi “forte raccomandazione” e DaD in caso di quarantena

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”