Green pass, Aprea: “Grande soddisfazione per la sua adozione a scuola, così si tornerà in piena sicurezza”

Stampa

Il Consiglio dei Ministri approva il nuovo decreto sull’obbligo del Green Pass: sarà esteso dal primo settembre ai trasporti a lunga percorrenza (con aumento della capienza dal 50% all’80%), al personale scolastico e anche agli studenti all’università.

Misura approvata anche da Forza Italia. Dopo la ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, è il turno di Valentina Aprea, capogruppo in Commissione Cultura della Camera:  “Forza Italia esprime grande soddisfazione per le decisioni prese dal Governo in riferimento al Green Pass per il personale della scuola. Dopo due anni di ‘stop and go’ nelle lezioni scolastiche e con il pericolo di nuove ondate di contagio pandemico che ad oggi non si possono escludere, prevedere il possesso del Green Pass da parte di tutto il personale della scuola rappresenta il primo e necessario provvedimento per organizzare un avvio della ripresa delle lezioni in presenza e, soprattutto, in condizioni di maggiore sicurezza”.

Poi spiega: “Sono certa che il personale della scuola comprenderà la necessità di rispettare le disposizioni appena approvate, in coerenza con la generosità e la responsabilità dimostrate fin dalla prima fase della campagna vaccinale. A tal fine, occorre che ci sia in questo mese che precede l’inizio delle lezioni una ulteriore intensificazione delle vaccinazioni dei docenti e di tutto il personale della scuola, con particolare attenzione a quelle regioni che appaiono più indietro rispetto all’obiettivo da centrare”.

Conclude: “Sono segnali di un lento ritorno ad una nuova normalità che può sicuramente dare alle comunità scolastiche nuovo entusiasmo e voglia di ripresa puntando ancora una volta sulla relazione educativa e sul dialogo tra generazioni così tanto sacrificato finora. Con i provvedimenti attuativi che seguiranno nei prossimi giorni saranno più chiare responsabilità e procedure da rispettare, ma la strada intrapresa è quella giusta”.

Stampa

Nel prossimo incontro de L’Eco digitale di Eurosogia parleremo di: “Il coding nella scuola del primo ciclo: imparare divertendosi”