Green Pass, all’università saranno i docenti a chiederlo agli studenti prima dell’esame

Stampa

“Per la sessione di settembre soltanto gli studenti con il Green Pass potranno sostenere l’esame in presenza. Sarà il docente esaminatore a chiedere ai ragazzi il Green Pass, senza il quale non potranno sostenere l’esame. Quando inizieranno le lezioni a ottobre faremo controlli serrati ogni giorno. Abbiamo dei lettori che verificheranno il certificato”.

Lo ha detto all’Adnkronos il Rettore di Roma Tre Luca Pietromarchi, commentando l’inizio dell’anno accademico in cui sia gli studenti sia il personale docente dovranno essere muniti del Green Pass.

“I docenti – continua Pietromarchi – dovranno farsi un’autocertificazione che a campione verificheremo. Non prendo neanche in considerazione un certificato falso, sarebbe gravissimo: non si può mettere a repentaglio la vita dei colleghi. Tutte le lezioni saranno in presenza e sarà d’obbligo per gli insegnanti venire a spiegare in Ateneo, mentre i ragazzi potranno decidere se seguire i corsi da casa o in presenza. Tutte le lezioni, infatti, potranno essere seguite anche online”.

“Non mi risultano colleghi NoVax: chi non si munisce del Green Pass viene sospeso dall’Ateneo come ogni pubblico dipendente. Ci saranno poi degli addetti che verificheranno il pass del personale non docente. Nella nostra Università nessuna persona senza il certificato potrà accedere: è per la sicurezza di tutti”, conclude il Magnifico.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione