Green pass, alla docente di sostegno scade la certificazione, via prima del termine della lezione: “Il preside ha fatto il suo dovere, ma le direttive sono sbagliate alla fonte”

Stampa

Dopo Imperia, ecco il turno di Riccione. Alla docente scade il Green Pass durante l’ora di lezione e il preside la invita ad abbandonare la scuola. La situazione paradossale s’è verificata in un istituto superiore, raccontato dalla stessa docente di sostegno che ha dovuto abbandonare l’alunna epilettica che le era stata affidata.

“Dovevo lavorare sino a mezzogiorno – riferisce al Corriere di Romagna -, ma all’improvviso, mentre ero in classe, sono stata convocata dal preside. Invitata ad esibire il mio certificato verde, dopo i controlli del caso, sono stata invitata ad uscire, in quanto risultava appena scaduto. Erano circa le 9,30 e in una decina di minuti ho dovuto raccogliere le mie cose ed andarmene. Nell’ora successiva la docente curricolare non era in presenza, ma in collegamento da casa. Perciò di fatto la mia allieva è rimasta sola con i compagni, sotto la vigilanza di un adulto, che fa parte del personale non docente, ma solo io sono in grado di gestire le crisi epilettiche, di cui purtroppo la studentessa soffre”.

L’insegnante solleva però il preside da ogni responsabilità:  “Ha fatto o solo il suo dovere, com’è giusto. Deve eseguire direttive che a mio parere sono sbagliate alla fonte”.  E il dirigente afferma che “si è provveduto a garantire la copertura per gli alunni e che questa casistica non ha prodotto alcuna criticità né per quanto concerne la sicurezza, né per quanto attiene alla vigilanza”.

Green pass, sospesa collaboratrice scolastica dopo cinque giorni senza certificato verde

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur