Grazia a ex preside Convitto dell’Aquila, Fasiolo (PD): atto di clemenza per riabilitazione professionale e umana

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Fasiolo (PD) – Abbiamo lavorato in modo instancabile perché Livio Bearzi, friulano ex direttore del Convitto dell’Aquila, potesse ottenere la grazia dal Presidente della Repubblica e con essa la possibilità di tornare a scuola. In Senato sono stata prima firmataria con Stefania Pezzopane di una lettera in tal senso sottoscritta da più di 20 Senatori.

Stefania Pezzopane ed io, con tanti altri colleghi, abbiamo voluto dare un segnale forte, nel convincimento che quella del Convitto dell’Aquila sia stata una tragedia nella tragedia del terremoto che ha sconvolto l’Abruzzo nel 2009, una vicenda che con la morte di 3 ragazzi ha segnato tre famiglie e anche la vita dell’allora direttore della struttura. Grazie ai Senatori sottoscrittori, ai deputati, ad ANP, alle Associazioni dei Dirigenti Scolastici, a singoli presidi per le testimonianze affettuose e le pressioni congiunte.

Ho sentito Livio Bearzi non appena appresa la notizia e gli ho manifestato la mia personale soddisfazione per la soluzione della drammatica vicenda che lo ha interessato.

Sebbene la grazia riguardi l’aspetto dell’interdizione dai pubblici uffici e non l’estinzione del reato penale, l’atto del presidente Mattarella gli darà la possibilità di essere riabilitato nella sua professione e gli consentirà di rientrare, mi auguro quanto prima, al lavoro.

Bearzi ha rivolto i ringraziamenti a tutti coloro che in questi anni difficili gli sono stati accanto; come persona, prima che come parlamentare della repubblica, ritengo che si sia operato nel modo corretto perché gli fosse in qualche modo riconosciuta la dignità personale, pur davanti ad una tragedia che lo ha reso responsabile di trovarsi nel posto giusto nel momento sbagliato. Oggi con un atto di clemenza si arriva alla riabilitazione di una persona di alto profilo umano e professionale. Con il gesto del Presidente della Repubblica, che ringraziamo, si è ha chiusa una parte di un dramma.

Laura Fasiolo

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione