Gratteri: “Occorre rispettare gli insegnanti, fare i compiti, studiare ed essere ordinati”

WhatsApp
Telegram

Il rispetto delle regole è un valore fondamentale che va insegnato fin dall’infanzia in famiglia e a scuola. Ne è convinto il procuratore di Napoli Nicola Gratteri che, intervenendo alla Festa dei giovani del Movimento Salesiano del Sud Italia a Napoli, ha ripercorso la sua esperienza personale.

“Nella mia famiglia eravamo abituati a seguire regole precise: fare i compiti, studiare, essere ordinati e rispettare gli insegnanti sottoponendoci ai loro giudizi”, ha raccontato Gratteri. “All’epoca il voto sintetizzava tutto, era più semplice rispetto alle moderne pagine di giudizio che si possono interpretare in modi diversi”.

Per il magistrato l’onestà e la generosità trasmesse dai genitori, unite al rigore familiare e scolastico, sono state fondamentali per la sua formazione e crescita. “A scuola si parlava di legalità e quei valori mi hanno agevolato nella vita”, ha aggiunto.

 

Anche l’arcivescovo di Napoli don Mimmo Battaglia, presente all’evento, ha rimarcato l’importanza dell’educazione ricevuta incontrando persone ai margini: “Sono stato aperto alla realtà di non veduti, poveri, tossicodipendenti, donne vittime di violenza. Non abbiate paura di stare per strada, è lì che si rende credibile la fede”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri