Grasso. Lavoro duro e bellissimo, i docenti meritano di più

WhatsApp
Telegram

GB – Il presidente del Senato, Piero Grasso, ha espresso oggi la sua opinione sugli insegnanti.

Quello dell’educatore è "un lavoro duro e bellissimo", per il quale gli insegnanti meriterebbero "un più alto riconoscimento da parte delle istituzioni, delle famiglie, dell’opinione pubblica".

"Oggi gli educatori devono affrontare sfide nuove, che derivano dall’evoluzione sociale, culturale e tecnologica dei nostri anni".

GB – Il presidente del Senato, Piero Grasso, ha espresso oggi la sua opinione sugli insegnanti.

Quello dell’educatore è "un lavoro duro e bellissimo", per il quale gli insegnanti meriterebbero "un più alto riconoscimento da parte delle istituzioni, delle famiglie, dell’opinione pubblica".

"Oggi gli educatori devono affrontare sfide nuove, che derivano dall’evoluzione sociale, culturale e tecnologica dei nostri anni".

“L’Italia spende poco, e forse anche male” per l’istruzione e la formazione.

“Ma la spesa pubblica in istruzione e cultura non è un costo – ha precisato -, bensì il più redditizio degli investimenti. Proprio in una situazione difficile per la finanza pubblica come quella attuale, bisogna avere il coraggio di guardare al futuro, perché la spesa pubblica per l’istruzione è un investimento nel capitale umano del Paese. Per questo i miei complimenti vanno al presidente Letta e al ministro Carrozza che qualche settimana fa hanno annunciato l’approvazione di un Decreto Legge che vale – attenzione ‘vale’, non ‘costa’ – 400 milioni di euro”.

Quando si parla di scuola, ha detto  Grasso, “non si può non pensare, oltre agli studenti, anche e soprattutto agli insegnanti che, attraverso il loro lavoro, hanno la grande responsabilità – e l’immenso privilegio – di contribuire in modo determinante allo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese”.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur