Granato (M5S): scuola non è serbatoio elettorale, cancellata meritocrazia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Duro il commento della Sen. Granato (M5S) sull’intesa firmata da Miur e sindacati FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA sui PAS e sul concorso straordinario per docenti con tre anni di servizio nella scuola statale, che dovrebbe portare ad assunzioni in ruolo già nei prossimi mesi. 

La scuola è una cosa seria – afferma la Sen. su Facebook –  È l’unico strumento di mobilità sociale per gli ultimi e per questo DEVE ritrovare la sua collocazione nell’alveo della Costituzione.

I docenti DEVONO essere preparati, competenti, devono conoscere approfonditamente le discipline che insegnano e devono saperle insegnare con equilibrio e professionalità. Lo Stato deve garantire questo: è la Costituzione che lo prevede.

La scuola è un bene comune ed è gestita con i soldi di tutti i cittadini.

La scuola NON È un serbatoio elettorale, È il futuro del nostro Paese . Dequalificare la scuola facilitando l’accesso ai ruoli dell’insegnamento fino a precludere di fatto ogni forma di selezione non è dare lavoro ai precari, è negare un futuro ai nostri figli e ai capaci e meritevoli ma privi di mezzi tutelati dalla nostra Costituzione.

Cancellare la meritocrazia dal reclutamento scolastico è innanzitutto un delitto contro lo stato di diritto.”

Scarica il testo dell’intesa

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione