Granato (M5S): nuovo reclutamento e nuova mobilità per cambiare la scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La regionalizzazione della scuola statale non esiste nel Contratto di Governo, e di conseguenza non si farà. Così il M5S all’indomani dell’allarme suscitato dal disegno di legge sull’autonomia del Veneto.

Reclutamento e mobilità: intervenire per salvare la scuola

Sono questi i due punti su cui ha intenzione di intervenire il M5S.

L’On. Bianca Laura Granato (suo è il disegno di legge per l’abolizione non solo della chiamata diretta dei docenti, ma anche degli ambiti territoriali) afferma che la situazione della scuola statale, dopo il rovinoso piano assunzioni della “Buona Scuola”, dopo la mobilità su algoritmo, dopo le svariate deroghe a tutto ciò che nel dettato normativo sembrava ineluttabile è questa

  • 100.000 docenti di ogni ordine e grado interessati alla mobilità
  • risorse pubbliche distratte da autentiche finalità pedagogiche e impiegate per indotti economici collaterali,
  • ore di didattica perse per l’alternanza del nulla.

E dunque vanno modificati reclutamento e mobilità per salvare la scuola.

M5S: no docenti regionali, sì a modifiche reclutamento e mobilità

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione