Graduatorie terza fascia ATA: la terza media non è titolo di accesso per nuovi inserimenti. Niente riserva per il diploma

WhatsApp
Telegram

Tra novità e conferme nelle prossime settimane è atteso il bando di terza fascia ATA. L’aggiornamento delle graduatorie, con validità fino all’anno scolastico 2024, si farà probabilmente d’estate. Sulle date nessuna certezza. Si sa che probabilmente si presenteranno prima le domande per le 24 mesi e a seguire quelle per la terza fascia.

Un lettore chiede:

Salve vi scrivo per chiedervi informazioni circa il prossimo concorso ATA.
Premetto che non ho mai lavorato in ambito scolastico né ho mai presentato domanda.
In merito posso partecipare al prossimo concorso con riserva di presentare il diploma, significando che nel mese di Luglio di quest’anno dovrei prendere la maturità?

L’altro quesito:

volevo sapere se ci sarà come requisiti la terza media per la terza fascia ata oltre il diploma grazie e distinti saluti

In riferimento al primo quesito, per quanto si sa al momento, si confermano le disposizioni precedenti, e pertanto i requisiti ed i titoli valutabili devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda. Ciò significa che non può esserci un inserimento con riserva e una presentazione del diploma post domanda.

L’unica eccezione è la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, per la quale i candidati hanno un anno di tempo per conseguirla a partire dal 1° maggio 2024. Graduatorie terza fascia ATA: si potrà presentare domanda senza certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale

Quanto al secondo quesito, la terza media non è titolo di accesso alle graduatorie di terza fascia ATA per i nuovi inserimenti.

I titoli di accesso di base previsti dal CCNL sono:

Assistente amministrativo: diploma di scuola secondaria di secondo grado e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale

Assistente tecnico: diploma di scuola secondaria di secondo grado corrispondente allo specifico settore professionale e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. Le specificità sono quelle definite, limitatamente ai diplomi di maturità, dalla tabella di corrispondenza titoli – laboratori vigente entro il termine di presentazione della domanda

Cuoco: diploma di scuola secondaria di secondo grado con qualifica di tecnico dei servizi di ristorazione, settore cucina e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di operatore di moda o diploma di scuola secondaria di secondo grado “Sistema moda” e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Operatore scolastico: attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. In alternativa diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione unitamente a certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale e certificazione di competenze socio-assistenziali.

Operatore dei servizi agrari: attestato di qualifica professionale di Operatore agrituristico o Operatore agro industriale o Operatore agro-ambientale o Operatore agro-alimentare o equipollenti e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Collaboratore scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione.

Le uniche eccezioni relativamente alla terza media riguardano coloro che hanno già svolto servizio, e questo è un punto che dovrebbe essere confermato dal prossimo bando.

Le deroghe sono:

  • Per coloro che sono inseriti nelle graduatorie di circolo e di istituto di 3 fascia vigenti nel triennio scolastico precedente, restano validi, ai fini dell’ammissione per il medesimo profilo professionale, i titoli di studio in base ai quali avevano conseguito a pieno titolo l’inserimento in tali graduatorie;
  • Hanno titolo all’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto gli aspiranti che siano già inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti di cui all’art. 554 del D.Lvo 297/94 o negli elenchi provinciali ad esaurimento o nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico di cui al D.M. 75/2001 e D.M. 35/2004 corrispondenti al profilo richiesto, sono validi i titoli di studio richiesti dall’ ordinamento vigente all’epoca dell’inserimento nelle predette graduatorie e/o elenchi;
  • Hanno titolo, altresì, all’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto gli aspiranti che abbiano prestato almeno 30 giorni di servizio, anche non continuativi svolti entro il 25 luglio 2008, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto, sono validi i titoli di studio, in base ai quali legittimamente è stato prestato il servizio richiesto, previsti dall’ordinamento all’epoca vigente.

Il corso ATA, la certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale diventa requisito di accesso per le graduatorie terza fascia

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€