Graduatorie terza fascia ATA, si aggiornano nel 2024 con riserva di un anno per chi deve ottenere certificazione informatica. Fratelli d’Italia: “Ringraziamo il Ministero per aver compreso la delicatezza della situazione”

WhatsApp
Telegram

È arrivata nella notte la fumata bianca sull’emendamento che conferma l’aggiornamento al 2024 delle graduatorie di terza fascia per il personale ATA.

La Commissione Bilancio della Camera, esaminando il Decreto Milleproroghe, ha dato il via libera alla nuova riformulazione dell’emendamento 5.37 presentato da Fratelli d’Italia e Lega. Le graduatorie (si tratta solo del 3-ter, mentre gli altri due commi riguardano le GaE e i PCTO, ndc) si aggiorneranno quest’anno, verosimilmente in primavera (tra maggio e giugno) e con la possibilità, anche per chi si iscrive per la prima volta, di acquisire, entro un anno, la nuova certificazione di alfabetizzazione informatica così come previsto dal CCNL 2019-21.

Ricordiamo che il titolo è diventato requisito di accesso insieme al titolo di studio per tutti i profili tranne per il collaboratore scolastico. La disposizione entrerà in vigore il prossimo 1° maggio.

Adesso, con apposita ordinanza, sarà il Ministero dell’Istruzione e del Merito a stabilire il periodo esatto di aggiornamento delle graduatorie. Secondo rumors parlamentari è probabile che sia presentato un ordine del giorno che inviti il governo a fissare il periodo di aggiornamento nel mese di giugno.

Fratelli d’Italia: “Siamo molto soddisfatti”

“L’approvazione dal Ministero dell’Istruzione e del merito per la riformulazione dell’emendamento relativo all’aggiornamento del personale ATA terza fascia darà risposte a migliaia di lavoratori. La riformulazione, come da noi richiesta, prevede ai fini del primo aggiornamento delle graduatorie di circolo e d’istituto del personale amministrativo, tecnico e ausiliare successivo alla data di entrata in vigore della legge, la proroga di un anno per poter così acquisire, anche nei casi di primo inserimento delle stesse graduatorie, la certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica. In sostanza, chiunque potrà inserirsi in graduatoria anche senza il possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, avendo anno di tempo in più per ottenerla. Siamo molto soddisfatti, grazie all’impegno del Governo Meloni diamo risposta concreta a lavoratori che si trovavano in una situazione delicata garantendo mobilità a chi era inserito in graduatoria con l’opportunità di nuovi inserimenti”. Così commentano il Vice Capogruppo Vicario di Fratelli d’Italia alla Camera dei deputati, Manlio Messina, la senatrice Ella Bucalo e il deputato Luca Cannata di Fratelli d’Italia.

Titoli di accesso terza fascia ATA

I titoli di accesso alle graduatorie ATA di terza fascia per profilo previsti dal nuovo CCNL:

Assistente amministrativo: diploma di scuola secondaria di secondo grado e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale

Assistente tecnico: diploma di scuola secondaria di secondo grado corrispondente allo specifico settore professionale e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Cuoco: diploma di scuola secondaria di secondo grado con qualifica di tecnico dei servizi di ristorazione, settore cucina e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di operatore di moda o diploma di scuola secondaria di secondo grado “Sistema moda” e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione di infermiere e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

Collaboratore scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione

Operatore scolastico: attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale. In alternativa diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione unitamente a certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale e certificazione di competenze socio-assistenziali.

Operatore dei servizi agrari: attestato di qualifica professionale di Operatore agrituristico o Operatore agro industriale o Operatore agro-ambientale o Operatore agro-alimentare o equipollenti e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale.

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Webinar Eurosofia di presentazione il 26 luglio ore 17.00