Graduatorie terza fascia ATA, non lavorerò per tre anni perché ho sbagliato la procedura telematica per inviare la domanda

WhatsApp
Telegram

Graduatorie ATA terza fascia: il rinnovo delle domande per il triennio 2021/24 è stato possibile dal 22 marzo al 22 aprile, con proroga al 26 aprile 2021. Più di un mese di tempo, durante il quale sono state inviate più di due milioni di domande, tra quelle di conferma e aggiornamento e nuovi inserimenti. Purtroppo c’è anche chi non ha saputo in tempo della riapertura dei termini e chi ha avuto difficoltà nella compilazione della domanda online e non si è reso conto che non è andata a buon fine.

Un nostro lettore ci scrive

Buongiorno, sono un collaboratore scolastico di III fascia o almeno lo sarò ancora per poco. Nel compilare la domanda d’aggiornamento della graduatoria di aprile qualcosa non è andato bene e la mia domanda non è stata accettata dal sistema. Non sapendo della mail di conferma dell’avvenuta ricezione della domanda, mi sono accorto di quello che stava succedendo quando oramai erano scaduti i termini. Perciò ora non sono più nelle graduatorie e non lavorerò per tre anni. Mi chiedo se per un errore banale si debba perdere il lavoro con tutto quello che ne consegue, senza possibilità di rimedio. Grazie per l’attenzione

Se guardiamo dal punto di vista del Ministero dovremmo dire che

  • la presentazione della domanda ha interessato un periodo di tempo lungo, più di un mese, durante il quale l’aspirante avrebbe potuto verificare più volte l’avvenuta presentazione della domanda nei termini corretti
  • CAF e strutture sindacali hanno avviato una procedura di consulenza/inserimento delle domande, mettendo a disposizione la propria professionalità
  • è stata pubblicata una pagina apposita per la compilazione della domanda, contenente la GUIDA passo passo per la compilazione della domanda
  • Per problematiche tecniche sulla registrazione a Istanze OnLine e sulla compilazione dell’istanza è stato reso disponibile il numero 080-9267603 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 18:30.

Purtroppo attiene alla responsabilità personale assicurarsi che una domanda così importante per la propria vita professionale vada a buon fine.

Se invece lei ritiene di aver svolto correttamente tutti i passaggi e che il mancato invio della domanda sia dovuto ad un malfunzionamento del sistema, può provare a presentare ricorso. Il tutto naturalmente deve essere documentabile.

Domanda di messa a disposizione

Nel frattempo l’unico consiglio plausibile è quello di inviare domanda di messa a disposizione (MAD) anche in province diverse da quella che avrebbe scelto con la domanda da presentare entro il 26 aprile.

Le domande di messa a disposizione vengono utilizzate in caso di graduatorie esaurite, circostanza che ad oggi è difficile da ipotizzare visti i numeri delle domande presentate

Le tabelle

Va però detto che alcuni aspiranti hanno commesso un errore importante nella compilazione della domanda, non inserendo le altre 29 scuole oltre la capofila. Non sappiamo quanto sia ampio l’errore, ma questo aumenta le possibilità di essere assunti da messa  a disposizione.

Altra possibilità è quella di inviare domanda di messa  a disposizione per la provincia di Trento, che ha messo a disposizione una procedura apposita.

Supplenze ATA, dal 20 maggio domanda messa a disposizione MAD per Responsabile amministrativo e collaboratore scolastico a Trento. Requisiti

WhatsApp
Telegram
Pubblicato in ATA

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur