Graduatorie terza fascia ATA: aggiornamento nel 2021. Scheda titoli e punteggi

Stampa

Nel 2021 si aggiorneranno le graduatorie di terza fascia ATA. Queste hanno infatti validità triennale, l’ultimo aggiornamento risale al 2018. 

Il prossimo decreto ministeriale per l’aggiornamento delle graduatorie di terza fascia ATA è previsto nel 2021. Potranno presentare domanda coloro che attualmente non si trovano in graduatoria e che quindi non hanno mai fatto richiesta di inserimento, compresi gli aspiranti precedentemente inseriti in graduatoria ma che poi non hanno aggiornato la propria posizione nel 2017; e coloro che sono già in graduatoria, trattandosi in questo caso di istanza di aggiornamento.

I titoli ulteriori (di servizio e/o culturali), per chi già si trova in graduatoria, acquisiti dal 2017 fino al momento dell’invio della nuova istanza potranno essere presentati soltanto quando si produrrà domanda. Non è infatti consentito per l’intero triennio di validità delle graduatorie aggiornare i propri titoli. E’ possibile, sempre al momento della presentazione della nuova domanda, cambiare provincia e sceglierne una ritenuta più vantaggiosa.

Ma come regolarsi ora pensando ai titoli valutabili del prossimo decreto? Ci si basa sull’ultimo Dm 640/2017, consapevoli che possono essere apportate modifiche alla tabella dei titoli.

Scheda titoli di accesso

Titoli di studio per l’accesso ai diversi profili professionali:

Assistente amministrativo: diploma di maturità.

Assistente tecnico: diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale (vedere la tabella di corrispondenza titoli – laboratori vigente entro il termine di presentazione della domanda).

Collaboratore scolastico: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/ o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Cuoco: diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Infermiere: laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido normativa per l’esercizio della professione di infermiere.

Guardarobiere: diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.

Addetto alle aziende agrarie: diploma di qualifica professionale di operatore agrituristico, operatore agroindustriale, operatore agro ambientale.

Hanno titolo all’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto gli aspiranti che abbiano prestato almeno 30 giorni di servizio, anche non continuativi, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto.

Scheda titoli e punteggi

Oltre ai titoli di studio richiesti per l’accesso, sulla base del Dm del 2017 (suscettibile di modifiche), vengono valutati i seguenti titoli:

per il profilo dell’assistente amministrativo:

  • diploma di laurea (si valuta un solo titolo): 2 punti
  • attestato di qualifica professionale di cui all’ articolo 14 della legge 845 del 1978, relativo alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di video scrittura o informatici (si valuta un solo attestato): 1,5 punti
  • attestato di addestramento professionale per la dattilografia o attestato di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da altri enti pubblici (si valuta un solo attestato): 1 punto
  • idoneità in concorso pubblico per esami o prova pratica per posti di ruolo nelle carriere di concetto ed esecutive, o corrispondenti, bandito dallo Stato o da enti pubblici territoriali. Si valuta una sola idoneità: 1 punto
  • certificazioni informatiche e digitali (si valuta un solo titolo) quali ECDL,NUOVA ECDL, MICROSOFT, EUCIP, IC3, MOUS, CISCO, PEKIT, EIPASS, EIRSAF (ordinanza n 3506 del 10 luglio 2017): per il punteggio di tutti i profili si rimanda al decreto;

per il profilo del collaboratore scolastico:

  • le qualifiche ottenute al termine di corsi socio-assistenziali e socio-sanitari rilasciati dalle Regioni (1 punto)
  • certificazioni informatiche e digitali (si valuta un solo titolo);

per il profilo dell’assistente tecnico, cuoco e infermiere:

  • diploma di laurea (si valuta un solo titolo): 2 punti
  • idoneità in precedenti concorsi pubblici per esami, o prova pratica a posti di ruolo nel profilo professionale per cui si concorre, oppure nelle precorse qualifiche del personale ATA o non docente, corrispondenti al profilo per cui si concorre. Si valuta una sola idoneità: 2 punti
  • certificazioni informatiche e digitali (solo per il profilo di assistente tecnico e si valuta un solo titolo, i punteggi sono dimezzati per i profili di cuoco e di infermiere);

per il profilo del guardarobiere:

  • diploma di maturità: 3 punti
  • idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche a posti di guardarobiere o aiutante guardarobiere (limitatamente al profilo di guardarobiere). Il punteggio viene attribuito una sola volta anche in caso di idoneità in più concorsi: 2 punti

per l’addetto alle aziende agrarie:

  • diploma di maturità: 3 punti
  • idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche a posti di addetto alle aziende agrarie. Il punteggio viene attribuito una sola volta anche in caso d’idoneità in più concorsi: 2 punti
  • certificazioni informatiche e digitali (si valuta un solo titolo).

Punteggio servizio svolto

Per chi è già inserito in graduatoria e presenterà istanza di aggiornamento, si ricorda che per ogni mese, ovvero frazione superiore a 15 giorni, di servizio prestato nelle scuole statali si accumulano 0,50 punti. ATA, punteggio graduatorie terza fascia: come si calcola il servizio

Stampa
Pubblicato in ATA

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili