Graduatorie supplenze, “abolirle per espellere docenti inadeguati dalla scuola”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Abolizione graduatorie di istituto e chiamata diretta per i supplenti. E’ questa la proposta di Paolo Fasce dalle pagine de “ilsecoloxix.it”, scaturita dalla vicenda dei diplomati ITP con ricorso al TAR  e inseriti con riserva nelle II fascia delle graduatori di istituto.

Come già riferito, ai succitati docenti, in virtù dell’inserimento in II fascia, sono state attribuite diverse supplenze su sostegno, a tutto discapito dei laureati inseriti nelle III fascia delle stesse graduatorie di istituto.

L’abolizione delle graduatorie, secondo l’autore dell’articolo, dovrebbe essere seguita da una sorta di chiamata diretta dei supplenti, effettuata non solo dai dirigenti ma anche da colleghi della medesima disciplina (superando così il rischio del dirigente padre padrone o sceriffo).,

In alternativa all’abolizione delle graduatorie, l’autore propone di ristrutturare le stesse nella seguente maniera:

Nuova Seconda Fascia: laureati abilitati.
Nuova Terza Fascia: laureati non abilitati.
Quarta Fascia: diplomati abilitati.
Quinta Fascia: diplomati non abilitati.

Il tutto per evitare che insegnino docenti non adeguati al compito.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione