Graduatorie provinciali, Sasso (Lega): “Il caos preannunciato si sta drammaticamente materializzando. Azzolina si dimetterà a settembre”

“Il caos più volte preannunciato, si sta drammaticamente materializzando. Come se non bastasse il disorientamento dei dirigenti scolastici, che ad oggi 12 Agosto non sanno ancora dove far andare gli studenti “in esubero” rispetto alle restrizioni ed alle linee guida sul Covid-19, registriamo le lamentele da parte dei sindacati e degli operatori amministrativi degli uffici scolastici, in merito alle domande per le nuove graduatorie”. Lo afferma in una nota il deputato della Lega, Rossano Sasso.

“In particolare dalla Toscana, dalla Puglia e dalla Campania giungono forti le doglianze per decine di migliaia di domande per le graduatorie provinciali, da smaltire in tempo utile per iniziare regolarmente l’anno scolastico”, aggiunge.

“Tempi strettissimi, poco personale che già fa i miracoli, risultato: caos assicurato e contenzioso che esploderà inevitabilmente per gli errori nella valutazione delle domande. Lo avevamo suggerito in tempi non sospetti alla Azzolina: rinvio delle Gps al 2021, altrimenti sarebbe stato il caos. Non ci ha voluto ascoltare, con l’arroganza di sempre e a questo punto ci troverà al fianco dei lavoratori a protestare, quando a Settembre sarà costretta alle dimissioni a causa della sua incapacità ed inadeguatezza”, conclude.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze